I pro e i contro della didattica a distanza

Durante il difficile periodo di quarantena obbligata a causa del virus Covid-19, tutti siamo dovuti rimanere in casa, cambiando integralmente la nostra vita e le nostre abitudini. Anche la scuola ha dovuto optare per un metodo alternativo di insegnamento: la didattica a distanza, caratterizzata da lezioni online sia in diretta che registrate. La domanda più ricorrente è stata: «Quali sono i pro e i contro della didattica online?» Credo che questo metodo di istruzione abbia aspetti positivi e negativi. Penso che, per un periodo breve e limitato di insegnamento, la didattica a distanza sia un giusto sistema, mentre se si usa per l’intero anno scolastico, si possono rilevare molte problematiche sia per i professori sia per gli studenti. La didattica a distanza contribuisce alla digitalizzazione ed è un modo per conoscere tutte le possibilità offerte dal mondo della tecnologia, per gli adulti e per i più piccoli, aumentando da parte nostra la padronanza dello strumento utilizzato. Le lezioni online da casa garantiscono una maggiore comodità per gli studenti e per i professori, i quali possono risparmiare (tragitto scuola-casa) e organizzare in modo più efficace il loro tempo. Se le lezioni sono registrate si ha una gestione ancora più libera. Guardando il lato positivo, le lezioni online sono un modo per riunire tutta la classe e i professori, in momenti in cui non è possibile fisicamente. Dall’altra parte, però, con le video lezioni non si ha una minima interazione né tra compagni e né tra studenti e professori, cosa che rendeva la scuola divertente e legava i ragazzi in modo unico! Avere più video lezioni in una giornata obbliga gli alunni a trascorrere molte ore davanti allo schermo, diminuendo in modo significativo la capacità di concentrazione e attenzione. Molte sono le difficoltà che i professori incontrano durante le spiegazioni e altrettanti sono i problemi di apprendimento dei ragazzi. Poi non è sempre assicurato il corretto funzionamento dei dispositivi, nonostante la loro grande potenzialità, infatti, capitano spesso problemi di connessione o di accesso alle video lezioni. Molti ragazzi non hanno mezzi o dispositivi per collegarsi. Nonostante le problematiche della didattica a distanza, gli alunni possono avere più materiale a disposizione per studiare e una maggiore quantità di fonti digitali dalle quali possono prendere informazioni ed eseguire ricerche. In aggiunta alle video lezioni, gli alunni continuano ad avere i compiti pomeridiani da svolgere e da dover consegnare nelle date prestabilite, perciò la didattica continua anche sui libri cartacei. A questo punto, conoscendo i pro e i contro della didattica a distanza, posso dire che non mi dispiace l’idea di dormire un po’ di più la mattina, ma mi mancano i miei compagni! Giorgia Boccanera (3ª C) Docente Fabiola Delfino

per leggere la pagina clicca qui