Cibo, storia e cultura tra Bibbiano e Washington

A tavola dal Medioevo all’Età Moderna: Progetto e-Twinning. Nei primi mesi di scuola la professoressa di Lettere, Maria Grazia Rosi, ha proposto a noi, suoi alunni della classe 2C, di partecipare ad un progetto e-Twinning di gemellaggio elettronico con una scuola inglese, per confrontare il cibo che si consumava nel Medioevo con quello attuale. L’attività, oltre ad essere bilingue, comprendeva inoltre lo scambio delle tradizioni culinarie italiane con i nostri partner inglesi della scuola di St. Robert of Newminster Roman Catholic School di Washington nel Regno Unito. Il progetto si è svolto durante tutto l’anno scolastico, anche nel periodo dell’emergenza Covid-19. Per prima cosa abbiamo incontrato alcuni esperti locali per conoscere i prodotti tipici della nostra zona, specie il Parmigiano Reggiano: è stata un’iniziativa interattiva, ludica e interessante. Nel nostro territorio il cibo ha un ruolo importantissimo, infatti Bibbiano è famoso come ‘la culla del Parmigiano Reggiano’, ingrediente di molteplici piatti. Durante il mese seguente abbiamo pensato a quale sarebbe stata la nostra successiva attività: il periodo natalizio si stava avvicinando, così con la guida delle professoresse Erica Bertolini di Inglese e Teresa Pullara di Sostegno abbiamo realizzato dei video con gli auguri di Natale in inglese, in cui abbiamo raccontato le nostre tipiche usanze della Vigilia e del giorno di Natale. In seguito, gli alunni inglesi hanno risposto alle nostre domande e proposto nuove idee. Tornati dalle vacanze invernali, è iniziata la parte più impegnativa del progetto, il primo compito di realtà: immaginare di dover avviare un ristorante in forma digitale. L’attività ci ha trasformati in ingegneri per il disegno della piantina del ristorante, in architetti esperti di location, in imprenditori per il rispetto del budget virtuale, in grafici per la creazione del logo, in cuochi esperti di menù. Inoltre abbiamo ricreato delle scenette di una classica situazione al ristorante in lingua inglese. L’ultima attività è stata il secondo compito di realtà: la realizzazione di un ricettario di piatti tipici delle nostre zone, italiane ed inglesi. Questo lavoro ci ha permesso di mettere alla prova competenze particolari, soprattutto nel lavoro di squadra, come il rispetto per le idee dei nostri compagni e l’impegno nel riuscire ad amalgamarle tutte insieme per creare un’unica grande realizzazione. Ci ha anche permesso di vedere il cibo sotto una nuova luce, infatti ora non lo consideriamo più come un semplice alimento, bensì come una parte importante di tutte le culture mondiali. Un grazie speciale alla nostra dirigente scolastica Elena Viale, che ha sostenuto ogni fase del nostro progetto. Classe II C

per leggere la pagina clicca qui