‘Aiutiamo Greta in una scuola ‘Plastic Free’

Siamo davvero consapevoli di ciò che sta attraversando il nostro pianeta in questi anni? Ogni giorno i mass-media ed i giornali parlano delle condizioni attuali riguardanti la Terra. L’inquinamento causato dalle attività dell’uomo sta contribuendo allo scioglimento dei ghiacciai, l’estinzione di specie animali e vegetali e allo sconvolgimento del clima. Un fenomeno attuale che sta causando l’aumento della temperatura globale è la distruzione delle foreste pluviali che ha avuto luogo in Australia. Gli incendi che divampano dallo scorso settembre sono provocati in parte dagli uomini ma innanzitutto dai fulmini perché interessano le aree più remote e disabitate, dove è meno probabile che arrivino le attività umane. La conseguenza è l’aumento di aree desertiche tanto che alcune vengo definite ‘irrecuperabili’. Parlando di questo argomento non si può che citare Greta Thunberg, una ragazza svedese di soli diciassette anni, che ha evidenziato questo problema protestando davanti al parlamento a Stoccolma ogni venerdì per diversi mesi. E’ la promotrice del movimento «Friday for future» che spinge i ragazzi ad introdurre uno stile di vita più ecologico. È riuscita nel suo intento perchè, da quando è iniziata la sua protesta, le scuole hanno cominciato a sensibilizzare i ragazzi. Anche il nostro Istituto, in collaborazione col Comune, ha partecipato ad un’iniziativa che abbiamo intitolato «Plastic Free» ovvero un’attività che ci ha coinvolti in primo piano nella pulizia della scuola a turno. Inoltre il sindaco Paolo Fuccio insieme alla nostra dirigente, ha distribuito delle borracce ecosostenibili per diminuire l’uso delle bottiglie di plastica. L’attività è proseguita nel periodo natalizio quando il nostro professore di tecnologia Grappi ci ha proposto di progettare alberi di Natale con materiali plastici che abbiamo riutilizzato. Numerose sono state le letture di articoli di giornale per formare una nostra coscienza critica sull’argomento. Un incontro con l’ambientalista Laura Catellani ci ha spronati a diminuire l’uso di plastica e combustibili fossili ed aumentare l’utilizzo di energie rinnovabili come quella solare, idroelettrica o eolica. Ha parlato dei sostenitori della plastica che smentiscono il suo impatto negativo sull’ambiente dicendo: «La plastica è l’unico materiale che la natura si è dimenticata di inventare». Questa sensibilità verso l’ambiente nel nostro Comune è stata confermata anche dalle elezioni del Consiglio Comunale dei ragazzi che ha visto prevalere la lista pro ambiente. Linda Ascari, Harpreet Rani, Federico Manicardi III A Sofia Coppola III D, Caterina Santini III C, Valentina Nicolini e Elena Contaldo III B

Per leggere la pagina clicca qui