Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

«Rispetto verso chi è meno fortunato»

IN CLASSE abbiamo letto «Wonder», il libro che ha come protagonista August, un ragazzo nato con un volto deforme, il quale incontra enormi difficoltà ad essere accettato dagli altri. Eppure, dietro il suo aspetto c’è tanta ricchezza. Grazie a questo libro abbiamo potuto riflettere molto. La personalità che è nascosta in ognuno di noi ci rende speciali e unici a prescindere da ciò che appare dal nostro fisico. Anche la scienza dimostra che siamo tutti uguali, che non esistono «razze» e che le caratteristiche che appartengono a ogni popolo derivano dagli adattamenti all’ambiente in cui si vive. Quindi è chiaro: gli uomini sono tutti fratelli, tutti uguali pur se diversi, perciò è dovere di ogni cittadino riscoprire questo principio ormai troppo impolverato. Per mettere in pratica le nostre idee e buoni propositi, noi delle classi 2E e 3E della scuola Annibal Caro e soci della cooperativa Magichessenze, stiamo collaborando da qualche anno con la cooperativa Il Camaleonte per svolgere attività con i ragazzi dell’Anffas. Ci siamo incontrati nella loro sede di Civitanova, abbiamo conosciuto i nostri nuovi amici attraverso chiacchierate, giochi e risate e con loro portiamo avanti un bellissimo progetto. L’anno scorso abbiamo realizzato vasi decorati a mosaico facendo delle attività laboratoriali insieme, poi abbiamo venduto i prodotti in un mercatino di primavera. Questa esperienza ci ha fatto capire il vero significato della parola accoglienza, l’importanza del rispetto verso tutti e in particolar modo verso chi è meno fortunato di noi. Siamo fieri di aver creato un legame così bello con queste persone, che apparentemente sembrano diverse da noi, ma che in verità ci assomigliano più di quanto immaginiamo. Quindi non è solo la scienza a dimostrare che siamo tutti uguali, ma anche le esperienze costruttive come questa. Gioia Perini, Linda Gaetani e Francesco Sebastiani III E

per leggere la pagina clicca qui