«A casa e in aula, non ci siamo mai arresi»

Per leggere la pagina clicca qui

LA SCUOLA IN TEMPO DI COVID La scuola è cambiata, i ragazzi ci raccontano come L’emergenza sanitaria da Covid-19 ha imposto il lockdown e e la chiusura di tutti gli istituti scolastici. Nel corso dello scorso anno tutte le scuole sono andate in didattica a distanza, quest’anno invece, nell’istituto comprensivo di Stienta Turri le lezioni sono riprese regolarmente ma con alcune differenze rispetto agli anni passati, questa pandemia infatti ha comportato la necessità di strutturare e rimodulare l’attività formativa attraverso, ad esempio, laboratori mirati in modalità virtuale. Scopo di questo articolo è lasciare spazio alla voce dei ragazzi che ci raccontano come sono cambiate le attività in classe, ed in particolare i “laboratori”, molto amati dagli alunni in quanto offrono momenti di socialità, di lavoro in gruppo, di libera espressione di loro stessi, attivano le loro capacità creative ma non solo, insegnano il giusto modo di rapportarsi con l’altro,e soprattutto consente agli studenti di acquisire il “sapere” attraverso il “fare”. A causa di questa pandemia è facile capir che tutto ciò non può essere fatto, o per lo meno non nel modo in cui lo conosciamo; i ragazzi non possono trovarsi al pomeriggio e lavorare insieme, ma anche il classe, dal momento che non si possono avvicinare, diventa difficile trasformare l’aula in un laboratorio, vedremo però che tutto questo non ci impedisce di creare attività laboratoriali alternative, ma comunque divertenti e istruttive. Si sono letti migliaia di articoli riguardanti queste tematiche, scritti da insegnanti, giornalisti, enti pubblici ma non abbiamo mai ascoltato quello che i ragazzi ci vogliono dire, (che sono l’anima delle nostre scuole), come vivono realmente queste esperienze, cosa ne pensano di questo cambiamento. Si è deciso dunque di far raccontare la scuola, e nel dettaglio quali sono le attività che si fanno in classe, sia ai ragazzi della classe IA che ai ragazzi della classe IIIB di Stienta, così da poter mettere a confronto le riflessioni, le sensazioni e le emozioni che due classi di età differente possono provare. I RAGAZZI DELLA 1A Il nostro motto è: “Se ascolto dimentico, se vedo ricordo se faccio capisco” (Confucio) Finalmente siamo riusciti a tornare tra i banchi di scuola seppur con la consapevolezza e l’attenzione che questa pandemia non si sia ancora conclusa. La regola principale da seguire è sempre tenere la mascherina anche in classe con i compagni, il distanziamento è d’obbligo e la ricreazione la possiamo passare solo con la nostra classe; tutto questo però non ha fermato la nostra voglia e tenacia ad imparare e studiare. La pandemia ci ha demoralizzati ma questo non deve impedirci di continuare il nostro percorso scolastico al meglio possibile. I cronisti di Stienta