Le Valli: un territorio tutto da scoprire

Per leggere la pagina clicca qui

PORTO GARIBALDI Oggi vorremmo accompagnarvi in visita nel luogo in cui viviamo. Il nostro Comune, in provincia di Ferrara, comprende Comacchio, i sette Lidi (Lido di Spina, Lido degli Estensi, Porto Garibaldi, Lido degli Scacchi, Lido di Pomposa, Lido delle Nazioni, Lido di Volano) e San Giuseppe. Probabilmente avrete sentito parlare di Comacchio per i Trepponti, un ponte monumentale a cinque scale risalente al 1600; oppure per l’anguilla (‘buratal’), che qui viene pescata, lavorata e cucinata in vari modi (marinata, a ‘becco d’asino’, ai ferri, in umido, in brodetto, a risotto). Comacchio è stata anche un set cinematografico (‘La donna del fiume’ – 1955, ‘L’Agnese va a morire’ – 1976, ‘La casa dalle finestre che ridono’ – 1976, ‘Al di là delle nuvole’ – 1995, ‘Il Signor Diavolo’ – 2019). Tuttavia, la grande ricchezza di Comacchio consiste nelle sue Valli, una vasta zona umida che si estende per circa 13.000 ettari. Le Valli sono una delle più grandi aree salmastre d’Italia e vi possiamo trovare specie di uccelli anche rari. Per esempio, vicino alle saline vive una grande colonia di Fenicotteri rosa; anche in paese si possono avvistare vari tipi di gabbiani; nei campi e nei canali potrete ammirare gli aironi (il Cinerino, il Bianco Maggiore) e altri trampolieri (l’Egretta Garzetta, il Cavaliere d’Italia e le Avocette); la sterna di Ruppel (un uccello di medie dimensioni che si nutre di piccoli pesci di mare); sulle spiagge nidifica il fratino. A proposito delle saline, esse vissero il loro momento di maggiore importanza all’epoca di Napoleone, quando i francesi insegnarono ai comacchiesi a ricavare il sale. Al giorno d’oggi le saline non sono più produttive, ma se verrete a Comacchio potrete acquistare il sale nei negozi del posto o presso la Manifattura dei Marinati. L’importanza delle Valli per quanto riguarda l’avifauna è evidente se consideriamo che ogni due anni Comacchio ospita la Fiera Internazionale del Birdwatching; purtroppo l’edizione del 2021 è stata rimandata al 2022 a causa del Covid-19. La Fiera attira persone da tutta Europa oltre che dalle altre regioni italiane. Secondo noi è giusto proteggere un ambiente così ricco di biodiversità e questo è anche compito nostro. Cercare di non inquinare il nostro territorio non gettando rifiuti fuori posto, utilizzare più mezzi pubblici o biciclette, effettuare la raccolta differenziata dei rifiuti. Tutti, con queste piccole azioni potremmo migliorare le cose. © RIPRODUZIONE RISERVATA