Campionati di giornalismo, tempo di premi

Per leggere la pagina clicca qui

La 15ª edizione dei Campionati di giornalismo è giunta al termine, in un anno scolastico decisamente particolare a causa del Covid, durante il quale studenti e docenti hanno imparato a conscere la didattica a distanza e hanno dovuto affrontare e superare tutte le difficoltà dovute all’emergenza pandemica. Nonostante tutto, l’appuntamento del Resto del Carlino si è confermato come un momento importante per avvicinare le giovani generazioni al mondo del giornalismo, con tredici istituti che si sono sfidati a colpi di articoli sulle pagine del nostro quotidiano, ogni martedì e giovedì. Un doppio appuntamento settimanale fisso, con due uscite per ogni scuola media: la prima a tema libero per dare la possibilità ai ragazzi di esprimersi. In molti casi, inevitabilmente, il Covid è stato protagonista: gli studenti hanno infatti raccontato come sono cambiati i rapporti tra loro, come si è modificata la socialità e anche i cambiamenti vissuti a livello scolastico, offrendo uno spaccato di vita vera di un periodo difficile come quello caratterizzato dal pieno della pandemia. La seconda uscita invece ha messo al centro dell’attenzione degli alunni la figura di Dante Alighieri, nel 700° anniversario della sua morte: un modo per scavare ancora di più nella figura del poeta fiorentino e per dare la possibilità agli studenti di tracciare un personale ritratto di un personaggio così importante della cultura italiana. Tra interviste immaginarie e approfondimenti, è emerso come Dante sia ancora oggi attualissimo e riesca ad appassionare i giovani. Adesso che anche questa edizione è terminata, almeno per quanto riguarda la produzione dei testi, non manca che scegliere i migliori: quest’anno, a causa del Covid e della difficoltà di garantire una premiazione festosa e piena di studenti come sempre è stato fatto, la scelta è stata di procedere con la proclamazione dei vincitori e con una semplice consegna dei premi direttamente in redazione. Adesso la palla passa quindi nelle mani della giuria di giornalisti, che leggerà ogni singola uscita per poi definire il podio di questa 15ª edizione ed eleggere i migliori ‘cronisti in classe 2020/2021’. Una scelta difficile, vista la qualità degli elaborati che sono stati prodotti dai ragazzi e la passione nella realizzazione degli articoli. Ma alla fine l’augurio e la speranza più grandi sono che il prossimo anno scolastico possa essere all’insegna della normalità, così da riportare gli studenti sui banchi delle scuole picene. Un ritorno alla quotidianità come abbiamo sempre imparato a conoscerla, così da poter poi chiudere in allegria anche il tradizionale appuntamento con il giornalismo nelle scuole del nostro territorio.