«Occhi puntati sui ragazzi e sulle ragazze»

Per leggere la pagina clicca qui

di Luca Ravaglia

«Calare dall’alto progetti sui giovani sarebbe improponibile, oltre che totalmente ingiusto. Le nuove generazioni hanno il pieno diritto di dare libero sfogo alla creatività, alle passioni e alle idee che plasmeranno il futuro, loro e dell’intera comunità». L’assessora alle politiche sociali Carmelina Labruzzo firma una cambiale in bianco a favore di ragazze e ragazzi di età compresa tra gli undici e i trentacinque anni, ai quali è rivolto il Progetto Giovani del Comune. Si parte con tre iniziative che si svolgeranno nei mesi estivi. «Partiamo da Idee in Circolo – commentano i referenti Luca Galassi e Luca Stringara -, un percorso avviato nel 2016 con cui proponiamo una co-progettazione rivolta ai giovani e che quest’anno di sdoppierà, rivolgendosi da alle associazioni ma anche ai singoli. Metteremo a disposizione un monte risorse di 10.000 euro che verranno distribuiti a esaurimento». L’avviso pubblico sarà valido dalle 12.30 di ogg. Per info: www.comune.cesena.fc.it/ideeincircolo. «Il secondo ambito – proseguono Galassi e Stringara – riguarda ‘Estate Attivi’, un’esperienza di cittadinanza attiva rivolta ai ragazzi dai 16 ai 18 anni che dunque quest’anno riguarda i nati tra il 2003 e il 2005.Le richieste sono in costante crescita: i ragazzi svolgeranno un’esperienza di 14 o 28 giorni dedicata alla realizzazione i progetti pratici ai quali dedicarsi per circa 20-25 ore a settimana. Attraverso la YoungEr Card, i partecipanti riceveranno un premio per l’acquisito di libri o cancelleria». Le iscrizioni si apriranno domani su www.informagiovanicesena.it A chiudere il cerchio c’è ‘Doktor Fakenstein’, un contenitore di attività multimediali orientate al contrasto alla disinformazione all’autodifesa intellettuale: info www.fakenstein.it.