«Covid-19, così hai sconvolto le nostre vite»

Per leggere la pagina clicca qui

La pandemia da Coronavirus ha segnato e sconvolto la vita di chiunque nel mondo, portandosi dietro paura, insicurezza, incertezza del presente e soprattutto del futuro. Abbiamo (ri)scoperto il senso delle nostre fragilità, della precarietà connaturata alla nostra condizione di esseri umani. Ci credevamo onnipotenti, a maggior ragione se si è giovani e nel pieno degli anni, e invece ci siamo scoperti fragili e indifesi. Ecco come hanno reagito i nostri giovani. Possiamo leggerlo nelle tre lettere scritte dagli studenti della scuola media Alighieri di Macerata proprio a questo virus, capace di cambiare le abitudini in tutto il mondo. Uno studente ha ripreso la lettera scritta un anno fa, quando tutto ebbe inizio; altri tre scrivono nel presente e un’altra studentessa si proietta nel domani, immaginando che la battaglia sarà vinta e si tornerà alla vita di sempre. Ma è un’esperienza che lascia il segno perché, come scrivono, «ci ha reso persone pensanti, meno superficiali». La pandemia ha insegnato a non dare nulla per scontato e ci fa rimpiangere la routine, spazzata via di colpo.