Basta inquinamento, è ora di salvare il mondo

Per leggere la pagina clicca qui

Noi tutti sappiamo che il nostro mondo sta cambiando e le temperature si stanno alzando a causa di questo inquinamento, ma ci siamo chiesti: come facciamo a cambiare questo andamento della temperatura atmosferica? Basta impegnarsi a non usare troppo la macchina e mezzi di trasporto che vanno con la benzina? Le nostre azioni quotidiane possono incidere sulla qualità del nostro ambiente? Sappiamo che sarebbe consigliato muoversi in bici o a piedi per recarsi a lavoro (questo poi farebbe anche bene alla salute). Alcuni di noi hanno collaborato per un progetto chiamato Pedibus, che consisteva nel trovarsi in un punto di raccolta, distante un chilometro dalla scuola, circa venti minuti prima che iniziasse per evitare di prendere l’autobus; giungevamo a scuola con soli cinque minuti di anticipo al suono della campanella. Ma il problema non è solo inquinare con mezzi di trasporto, che oggi sono anche elettrici e funzionano senza la benzina, perchè si può inquinare anche solo comprando sempre confezioni di cibo impacchettate più volte per una sola porzione. Ci potremmo impegnare a controllare in quante pellicole o contenitori si trova un alimento, guardare la provenienza e preferire i prodotti locali per evitare che grandi camion facciano lunghi viaggi. È importante fare la raccolta differenziata: nel nostro paese è stato attivato il servizio di porta a porta. Più comodo di così! Dividere carta, plastica e vetro non ci costa nulla e in più gli operatori vengono a prenderla a casa. Quindi basta gettare i rifiuti per strada, è molto più funzionale aspettare di tornare a casa e gettarli nel bidone adatto. Abitiamo in una zona in cui sono presenti molte fabbriche; non possiamo certo cambiare questa situazione però pensiamo che piantando più alberi e lasciando più spazio ai parchi la nostra aria si pulirebbe. Abbiamo ragionato sul fatto che gli strumenti elettronici che usiamo tutti i giorni provocano un forte inquinamento; non possiamo smettere di utilizzarli quindi possiamo trovare altri modi per cercare ridurre il nostro impatto ambientale. Inoltre abbiamo riflettuto su questo: piuttosto che costruire nuove case e togliere ancora spazio verde nella nostra città si potrebbero ristrutturare quelle già esistenti. Tutti noi, adulti e bambini, dovremmo prendere una nuova buona abitudine: quando facciamo passeggiate in spiaggia o nei parchi potremmo munirci di un sacchetto della spazzatura e iniziare a raccogliere i rifiuti che incontriamo. Questo è un piccolo gesto che se fatto da molte persone potrebbe davvero aiutare a rendere l’ambiente più pulito. Camminando lungo la spiaggia si notano tantissimi rifiuti che i pesci o gli uccelli marini potrebbero scambiare per cibo e mangiarli; e noi, che mangiamo quel pesce, potremmo ingerire i nostri stessi rifiuti. Soprattutto in questo ultimo periodo abbiamo notato che lungo le strade si trovano tantissime mascherine; questo è un nuovo materiale che inquina tantissimo e si dovrebbe prestare più attenzione al loro smaltimento. Noi nel nostro piccolo possiamo iniziare ad usare i fogli riciclati per cercare di salvare almeno qualche albero e aumentare la produzione di ossigeno. Chiudiamo il nostro articolo con un dovere: impegnamoci tutti a mantenere questo nostro mondo pulito, con piccoli gesti che ci costano poco, perché è l’unico che abbiamo e noi vogliamo crescere e vederlo sano e accogliente. Classe 5^, scuola primaria ‘Bartolotti’ di Savarna Insegnante Lisa Conti