Colossi della tv più ricchi col Covid

Per leggere la pagina clicca qui

Il Covid ha stravolto le nostre vite: didattica online a scuola, smart working per le imprese, bar e ristoranti chiusi, niente uscite con gli amici, niente sport, niente cinema. Moltissime aziende sono state danneggiate dal Covid e, alcune di esse, costrette a chiudere. C’è però un settore che non è stato toccato dall’epidemia e, anzi, ne ha guadagnato. Netflix, Disney+, Sky Cinema e molti altri colossi dell’intrattenimento, hanno guadagnato moltissimo grazie al lockdown che ha costretto le persone a stare chiuse in casa. Per chi non conosce Netflix, si tratta di un servizio di streaming californiano in abbonamento che consente di guardare serie TV e film senza pubblicità tramite un dispositivo connesso ad internet. Si può inoltre scaricare ciò che si desidera vedere e guardare i contenuti anche senza un collegamento ad internet. Netflix oggi supera i duecento milioni di abbonati; in Italia il 57% della popolazione lo utilizza. Nel quarto trimestre del 2020, Netflix, ha accolto altri 8,51 milioni di utenti. Il totale è ora di 203,7 milioni di abbonati in tutto il mondo. Il guadagno è stato di 6,64 miliardi di dollari. Così Netflix è diventata una delle 20 più grandi aziende per capitalizzazione di mercato, superando giganti come Walt Disney e Comcast. Un altro dato molto interessante è quello del free cash flow. Sarebbe la differenza tra i flussi di incasso in entrata e in uscita. Nel quarto trimestre questo dato è stato negativo con -284 milioni, ma nel totale dell’anno è risultato positivo, +1,9 miliardi, contro i -3,3 del 2019. Presto Netflix non avrà più bisogno di indebitarsi per investire e si autofinanzierà i film da sola. A livello globale, nella classifica delle serie più ricercate su Google, nove su dieci sono serie Netflix. Il podio se lo aggiudicano Tiger King, Big Brother Brasil e La casa di carta, poi Cobra Kai, The Umbrella Accademy. Durante la pandemia, una parte degli incassi sono stati devoluti per interventi di soccorso, per un totale di 150 milioni di dollari; di cui 100 milioni serviranno per assistere lavoratori della TV e del cinema. Certo che gustarsi un bel film con i propri amici al cinema è tutta un’altra emozione. L’immersione totale nelle vicende narrate sul grande schermo, accompagnate dall’acustica perfetta della colonna sonora è ineguagliabile. Ma poter vedere tutto ciò che si vuole, quando e dove si vuole ha i suoi vantaggi. In fondo Netflix è come avere il cinema dentro casa. Giovanni Ciarrocchi IIIA