«Derby d’Italia, promossi Vidal e Barella»

Per leggere la pagina clicca qui

Lo scorso 17 gennaio, a San Siro, c’è stato il tanto atteso derby d’Italia, Inter-Juventus, che si è concluso con una netta vittoria della squadra di casa (2-0). L’Inter ha stravinto su una Juve che sembrava essere rimasta negli spogliatoi, ha creato poche occasioni e ha concesso troppo ai Nerazzurri che sono riusciti a penetrare nella difesa avversaria anche grazie a un centrocampo Bianconero inesistente. Barella ha creato tanto e ha trovato il gol del raddoppio; Vidal è rinato proprio nella notte del derby d’Italia dove ha segnato e ritrovato la forma che mancava ormai da mesi. La Juve ha peccato troppo in tutti i settori nei quali si sono rivelate varie difficoltà non ancora emerse. Rabiot discontinuo e troppo disattento nella fase d’impostazione, ha fatto rimpiangere Pjanič, Ronaldo è scomparso nel buio della notte di Milano dove sarebbe dovuto essere il protagonista. Al termine della partita, Chiellini ne ha parlato ai microfoni di Sky: «Non siamo stati bravi in fase di possesso, abbiamo concesso troppe ripartenze. Barcellona è stato il fulcro della nostra stagione. C’è stato troppo divario tra le due squadre, diventa difficile analizzare la partita. Problema di qualità a centrocampo? Abbiamo sbagliato tutti tecnicamente, non solo i centrocampisti. Gli anni passano e i cicli finiscono ma proviamo a resistere, puntiamo al decimo scudetto di fila ma non è facile». Così il capitano della Juventus ha descritto questo periodo difficile per una squadra che al momento sembra essere fuori dalla lotta scudetto. Le Pagelle dei Migliori e dei Peggiori (Inter) Bastoni 7 Il giovane difensore lascia qualche buco, riesce comunque a dominare sulla fascia sinistra. Vidal 8 Guida il centrocampo insieme a Barella, segna e con qualche fallo di troppo conclude una partita pazzesca. Barella 8 Uomo partita, si dimostra il giocatore che l’Inter ha sempre voluto, porta palla, segna, trascina la squadra. In quella sera Barella è diventato il Ronaldo Interista. Lukaku 6 Vince molti scontri contro Chiellini, non brilla ma riesce comunque a dare una mano nella riuscita di questa impresa. Allenatore Conte: assembla la squadra al meglio, creando una macchina infermabile, l’Inter era un show spettacolare. (Juventus) Szczesny 6,5 Fa il possibile tra i pali ma non riesce a tenere la Juventus in partita. Chiellini 7 Copre bene su Lukaku ed è l’unico a fare bene di tutta la Juve, il Leader Juventino si dimostra un vero capitano. Chiesa 4 Completamente invisibile grazie anche ad una prestazione perfetta di Young. Ronaldo 5 Non riesce a ribaltare la partita dalla parte della Juve e prova vari tentativi dalla distanza che si rivelano inutili, nel secondo tempo scompare del tutto insieme ai suoi compagni. Allenatore Pirlo: non trova i giocatori giusti e non trova prestazioni con continuità, stagione da rifare per il tecnico. Tommaso Rebecchi (classe terza, Sacro Cuore Carpi)