Ritorna il “Campionato di Giornalismo“. Farà scoprire i piccoli giornalisti in erba

Per leggere la pagina clicca qui

di Stella Bonfrisco

Non temono le difficoltà del momento, che a causa dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus coinvolgono particolarmente la Scuola, le ragazze e i ragazzi delle medie di città e provincia. E domani riparte uno dei nostri fiori all’occhiello, il «Campionato di Giornalismo – Cronisti in classe», organizzato, appunto, da Il Resto del Carlino e arrivato brillantemente all’edizione numero quattordici, rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo grado. Nonostante le complicazioni che quotidianamente stanno incontrando in questo anno scolastico – tra mascherine, distanziamento e impossibilità di vivere una ‘normalità relazionale’, ma comunque in presenza – sono dodici le scuole di secondo grado che hanno deciso di prendere parte a quest’avventura giornalistica, sfidandosi a colpi di articoli, interviste e immagini per conquistare il gradino più alto del podio e i tanti premi che il progetto, come di consueto, mette in palio. I giornalisti in erba, con grande entusiasmo e voglia di confrontarsi con una professione che continua a mantenere intatto il suo fascino, sono al lavoro da alcune settimane: a caccia di notizie, impegnati nella redazione di intere pagine che saranno pubblicate sul nostro quotidiano, per dar voce a ciò che pensano sulla realtà che li circonda e avere la possibilità di approfondire quelle tematiche che più sentono loro vicine e di attualità. Soprattutto, in questo difficile anno scolastico, è una possibilità di inestimabile valore, che non dovrebbe essere lasciata andare, per parlare in prima persona dei problemi che stanno affrontando: un’opportunità anche per noi adulti, per cercare di comprendere davvero il loro disagio. La gara avrà quindi inizio domani, per concludersi il primo giugno. E a seguire, se le norme anticovid lo consentiranno, ci sarà l’ormai tradizionale festa di premiazione, con l’assegnazione dei premi consegnati dalla giuria e dagli sponsor. A sostenere il progetto quest’anno ci sono ancora Iren, Cir Food ed Emil Banca Credito Cooperativo. Ognuno di loro suggerirà ai giovanissini cronisti argomenti da affrontare, inerenti la propria mission aziendale. E su queste produzioni, in particolare, sceglierà a chi assegnare un riconoscimento. Carlino Reggio dedicherà all’iniziativa un’intera pagina ogni martedì e giovedì (a cui si aggiungono tre mercoledi dalla seconda metà di maggio, con una sospensione durante le vacanze di Pasqua). Ogni scuola, a rotazione, avrà il compito di redigere tre pagine complete, con articoli corredati da fotografie. Ogni scuola, inoltre, nel corso della gara, riceverà in coincidenza di ogni pubblicazione (36 in totale: 3 per ognuna delle 12 scuole partecipanti) alcune copie del Resto del Carlino, da leggere e commentare in classe. Sarà possibile inoltre leggere e votare tutti gli articoli scritti dagli studenti e pubblicati sul Carlino, attraverso un link dedicato e visibile sul portale www.ilrestodelcarlino.it/reggio . Ad aprire la gara, domani, saranno i giovani cronisti della scuola media Galileo Galilei di Massenzatico. Poi a seguire le altre scuole partecipanti: Francesco De Sanctis di Poviglio, Dante Alighieri di Bibbiano, Don Pasquino Borghi di Rivalta, Ezio Comparoni di Bagnolo, Antonio Allegri di San Martino in Rio, Antonio Panizzi di Brescello, Carlo Levi di Campegine, Lelio Orsi di Novellara. E ancora: Leonardo Da Vinci, Amedeo Savoia Aosta, Alessandro Manzoni di Reggio città.