Cronisti in classe, studenti a caccia di notizie

Per leggere la pagina clicca qui

E’ arrivato anche il saluto e l’augurio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a tutti gli studenti delle scuole medie inferiori della nostra provincia che da domani saranno impegnati nel Campionato scolastico di giornalismo organizzato dal Carlino. Quella per l’anno scolastico 2020-2021 sarà la XVI edizione di una iniziativa che quest’anno – assillato e reso difficoltoso dalla pandemia di Covid 19 – assume un carattere e una importanza particolari chiamando i giovani ad un lavoro di gruppo ancor più solidale e partecipato. «Una positiva occasione – dice il Presidente Mattarella rivolgendosi ai ragazzi in procinto di partire per l’avventura – per sentirsi parte di un impegno comune e per alzare lo sguardo verso il domani che vogliono costruire». In questa edizione che prende il via da domani e andrà avanti fino agli inizi di giugno, i ragazzi delle varie scuole, in collaborazione con i loro docenti e dirigenti d’istituto, realizzeranno settimanalmente due pagine di cronaca affrontando i vari problemi e le questioni più rilevanti della loro comunità e della società che li circonda, per complessive 33 uscite. Queste sono le 11 scuole medie inferiori della provincia che per 5mesi si trasformeranno in redazioni giornalistiche e fotografiche: «Gaudiano», «Olivieri», «Galilei», «Leopardi», «Pirandello», «Campanini – La Nuova Scuola», «Manzoni», «Alighieri», tutte di Pesaro; «Marco Polo» di Lucrezia; «Mattei» di Acqualagna; «Sanzio» di Mercatino Conca. Tradizionalmente il Campionato di giornalismo si è sempre concluso con una cerimonia finale intesa, e sempre vissuta, come una bella occasione di festa e un ritrovarsi insieme per tutte le scuole partecipanti piuttosto che come una premiazione, con riconoscimenti per tutti, a partire dalla bravura di tanti studenti, accompagnati con attenzione e sensibilità dai loro docenti referenti. Solamente l’edizione scorsa, quella dell’anno scolastico 2019-2020, è stata purtroppo prima ridimensionata e poi interrotta a causa dell’avvento della pandemia. Tuttavia, per dare continuità ad una storia ormai più che quindicennale, e pur senza alcuna cerimonia pubblica impossibile da tenersi, si è ritenuto comunque di assegnare tre riconoscimenti: 1° «Marco Polo»di Lucrezia; 2° «Gaudiano» di Pesaro; 3° «Olivieri» di Pesaro». Domani si abbassa la bandierina del via della XVI edizione del Campionato e dalla prossima settimana le uscite saranno cadenzate sulle giornate di martedì e giovedì di ogni settimana. In bocca al lupo a tutti, tutti pronti darsi battaglia nel modo più cavalleresco, in un periodo difficile da affrontare dando il meglio di sé. f.b.