Cronisti in classe, a scuola come in redazione

Per leggere la pagina clicca qui

Immersi fra centinaia di carte, impegnati a scoprire il perché di ogni cosa. Ci piace immaginarli così i ragazzi di ’Cronisti in classe’ , il nostro campionato di giornalismo che da anni vede le scuole del territorio realizzare veri e propri articoli di giornale per le pagine del Carlino. Un mestiere che si è evoluto negli anni quello del cronista – anche di quello sportivo –, aiutato e allo stesso tempo messo in crisi dall’avvento di internet e delle nuove tecnologie. L’occasione è buona, in questo caso per creare una sinergia tra le istituzioni scolastiche e la nostra testata: gli studenti diventano protagonisti di una stimolante fase di apprendimento attraverso la lettura e la scrittura, mentre gli insegnanti sperimentano nuovi percorsi didattici interdisciplinari. Un bel punto di partenza per tutti, lungo un percorso formativo che si sviluppa durante l’anno scolastico, finalizzato ad avvicinare le nuove generazioni alla lettura del quotidiano, a stimolare l’interesse dei ragazzi sui temi di attualità e a far sperimentare agli studenti le diverse fasi della realizzazione di un articolo. Cronisti in classe, dunque. Con il supporto dei docenti che accompagneranno i loro allievi in un percorso fatto di conoscenza, di approfondimento e di confronto con i temi di attualità. Già, l’attualità, che oggi più che mai, dopo il tragico 2020 ci segue ogni giorno, con continue notizie sull’evoluzione della curva dei contagi. Toccherà ora alle scuole protagoniste di questa edizione: ’Valsalva’, ’Andrea Costa’, ’Sante Zennaro’, ’Orsini e ’Aldo Moro’ di Toscanella mettere in piedi una vera e propria redazione, come quella di un giornale. Appuntamento in edicola con il primo articolo giovedì 4 febbraio. Cronisti in classe, l’iniziativa non si è arresa nemmeno al Covid e alle difficoltà del lockdown. Anche l’anno scorso tanti gli scritti che sono arrivati alla nostra redazione, opera degli studenti costretti a stare in casa. Come di consueto, alla fine dell’anno scolastico, una giuria composta da giornalisti e partner indicherà gli articoli più meritevoli che verranno premiati in occasione di un evento dedicato (compatibilmente con le restrizioni legate alla pandemia). Un vero riconoscimento per i migliori cronisti in classe coinvolti dalle edizioni locali del quotidiano. © RIPRODUZIONE RISERVATA