Didattica a distanza, una soluzione efficace

24 febbraio 2020: interruzione delle lezioni. Il COVID-19 si è presentato nella nostra penisola portando con sé una nuova vita per ogni cittadino. Uno dei problemi principali in ambito di diffusione sono le scuole, numerosi ragazzi in una sola stanza costantemente esposti ad un possibile contagio. Il governo e la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina hanno ideato la soluzione più efficace per far ricevere ai ragazzi una adeguata istruzione (nonostante l’emergenza): la DAD (didattica a distanza). Si tratta dello svolgimento di attività d’istruzione tramite apparecchi elettronici dotati di connessione Internet per permettere agli alunni di restare a casa, come richiesto, ma al contempo di seguire le lezioni. La DAD si è dimostrata una soluzione efficace, una specie di rivoluzione scolastica attuata senza preavviso: i rapporti docente-studente sono stati mantenuti, gli insegnanti cercano di aiutare il più possibile gli alunni per farli sentire a proprio agio e vengono ideate delle attività creative per alleggerire la tensione del periodo. Le difficoltà che si possono riscontrare riguardano innanzitutto i dispositivi utilizzati: la connessione è spesso instabile. Nel mio caso trovo la didattica a distanza molto efficace e noto un particolare impegno dei professori nel riuscire a tenere lezioni interessanti nella maggior parte dei casi. Credo che in questi anni, in cui la tecnologia ha preso il sopravvento, sia importante sfruttare le risorse online dato che sono disponibili in grande quantità. Sicuramente la quotidianità tornerà, ma ci vorrà del tempo e se ognuno di noi contribuirà mantenendo un comportamento responsabile, prestissimo potremo rivederci e passare momenti indimenticabili insieme, proprio come prima. Elena Rossi, Classe 2°G Scuola ’G. Fassi’ – Carpi

per leggere la pagina clicca qui