Cambiamenti climatici, non c’è più tempo

Il mondo è nel bel mezzo di un’emergenza climatica, e “immense sofferenze umane” saranno inevitabili senza cambiamenti profondi e duraturi nelle attività che contribuiscono alle emissioni di gas serra e ad altri fattori legati ai cambiamenti climatici. Per evitare che la situazione precipiti e che gli impatti del cambiamento climatico siano ancora più violenti, è necessario limitare il riscaldamento globale a 1,5°C e per farlo dobbiamo azzerare le emissioni di CO2 ben prima del 2050. Nell’ambito di politiche in materia di clima ed energia, l’UE si è impegnata a ridurre, entro il 2030, del 40% le emissioni rispetto ai livelli del 1990. Il riscaldamento globale avrà effetti catastrofici come l’innalzamento del livello del mare, l’incremento delle ondate di calore e dei periodi di intensa siccità, delle alluvioni, l’aumento per numero e intensità delle tempeste e degli uragani. Questi fenomeni avranno un impatto su milioni di persone, con effetti ancora maggiori su chi vive nelle zone più vulnerabili e povere del mondo, danneggeranno la produzione alimentare e minacceranno specie di importanza vitale, gli habitat e gli ecosistemi. La nostra generazione è la prima a sperimentare il rapido aumento delle temperature in tutto il mondo e probabilmente l’ultima che effettivamente possa combattere l’imminente crisi climatica globale. Attualmente ci sono soluzioni accessibili e flessibili per permettere ai paesi di diventare economicamente più puliti e resistenti. Il ritmo del cambiamento sta accelerando dato che sempre più persone utilizzano energie rinnovabili e mettono in pratica tutta una serie di misure che riducono le emissioni e aumentano gli sforzi di adattamento. Provate a immaginare il mondo futuro: come riusciremo a vivere se il mondo andrà in rovina? Ecco alcune cose che possiamo fare tutti, grandi e piccini, nel nostro piccolo per aiutare il nostro pianeta: limitare l’uso della macchina, andando a scuola/lavoro a piedi oppure in bicicletta; acquistare prodotti biologici; avere molta cura delle piante; riciclare sempre quando è possibile; usare molta meno plastica; non usare benzina e altri combustibili fossili (soprattutto il carbone); mangiare meno carne (gli allevamenti utilizzano una grande quantità di risorse, come ossigeno e cibo da agricoltura); cambiare meno oggetti come telefoni, tablet e automobili; usare lampade a LED; usare piani cottura a induzione. Iniziamo tutti a fare la nostra parte per salvaguardare il nostro pianeta.

Per leggere la pagina clicca qui