Riscaldamento globale sfida di oggi

Il riscaldamento globale è un fenomeno climatico osservato in questi ultimi decenni, che provoca un aumento della temperatura della superficie terrestre. Esso è provocato dall’effetto serra, ovvero l’emissione di gas nell’atmosfera. La produzione industriale in grande scala, incendi e l’aumento del consumo energetico sono le principali azioni umane responsabili dell’effetto serra. L’aumento dell’inquinamento fa sì che lo strato di gas nell’atmosfera diventi più spesso, ciò impedisce la dispersione dell’energia luminosa che viene dal Sole. L’effetto serra è di grande importanza per gli esseri viventi, perché mantiene in equilibrio la temperatura del pianeta. Il problema è che se aumenta, provoca il riscaldamento globale. Una delle conseguenze di questo fenomeno climatico è lo scioglimento delle calotte di ghiacci e dei ghiacciai, che provoca l’innalzamento del livello delle acque dei mari, con la conseguenza che molte isole rimarranno sommerse, distruggendo habitat naturali. Il riscaldamento globale può accelerare il processo di desertificazione nelle regioni tropicali e l’aumento di insetti nocivi alla salute. Inoltre, il nostro pianeta subisce quotidianamente una pioggia di raggi solari; la maggior parte di essi ha un effetto benefico sulla Terra, ma una piccola percentuale è molto nociva; il pianeta ha uno strato di ozono che funge da scudo, proteggendoci dai raggi dannosi del Sole. L’ozono è un gas che avvolge il nostro pianeta nella parte più alta dell’atmosfera, detta stratosfera. Negli anni Settanta degli scienziati scoprirono che, quando nella stratosfera aumenta la quantità di alcuni gas, si verificano delle reazioni che distruggono l’ozono. Negli anni Ottanta altri scienziati scoprirono un buco della fascia dell’ozono sopra l’Antartide e, poco dopo, ne trovarono un altro sul Polo Nord. Nel 1990, a Londra, i Paesi più industrializzati hanno raggiunto un importante accordo internazionale per eliminare l’uso dei gas nocivi entro la fine del Ventunesimo secolo. Inoltre, nel 2011 a Parigi si sono riuniti i massimi esponenti politici dei paesi del mondo per discutere sul riscaldamento globale fissando gli obiettivi da raggiungere entro il 2050. Ci auguriamo che per il futuro venga ridotto l’inquinamento perché, altrimenti, vi saranno conseguenze disastrose per la terra: basti pensare a ciò che è successo di recente in Australia, dove, a causa del riscaldamento del pianeta, si sono avuti tantissimi incendi che hanno determinato la morte di persone, animali e flora.

per leggere la pagina clicca qui