Il sondaggio: in pochi a scuola con la bici

Quando si parla di sostenibilità non ci riferiamo solo ai cittadini, ma anche alla città in cui viviamo, infatti se il Comune realizza pratiche piste ciclabili possiamo sempre muoverci meglio in bicicletta. Sulla base di questo presupposto, gli alunni della 3ª C e 3ª B del nostro istituto, sotto la supervisione della professoressa Alessandra Coli, si sono attivati nella creazione, distribuzione e raccolta dei dati tramite un questionario anonimo distribuito a tutte le classi su come gli alunni raggiungono la scuola. Dai risultati poi elaborati dagli studenti si è scoperto che su 261 alunni che hanno partecipato, 153 usufruiscono dell’automobile o moto, 65 utilizzano la bici, 49 vengono a piedi, 19 prendono l’autobus e infine solo 9 utilizzano l’automobile ibrida. Sempre dal questionario è emerso che gli alunni non usano la bici per i seguenti motivi: 98 per la distanza, 31 hanno i genitori contrari, per 133 il problema è il tempo atmosferico e solo per 31 è la pigrizia; ciò fa capire che probabilmente pochi sono stati del tutto sinceri su questo ultimo aspetto, visto che in realtà non sono tanti gli alunni che vivono lontani da scuola. Questi dati, a parere nostro, non sono molto positivi perché più della metà degli alunni utilizza la macchina per venire a scuola, solo un quarto la bicicletta e bisognerebbe cambiare questa abitudine per utilizzare sempre più la Bicipolitana. Si tratta di una metropolitana in superficie, dove le rotaie sono i percorsi ciclabili e le carrozze sono le biciclette. A Pesaro vi sono 11 piste per oltre 100 chilometri di tracciato che collegano diverse zone della città, permettendo uno spostamento rapido, con zero spesa e zero inquinamento. Grazie all’osservazione delle mappe riguardanti i percorsi ciclabili abbiamo scoperto che la nostra scuola è situata proprio al centro di tre piste: la 5 “azzurra”, la 7 “fucsia” e la 8 “viola”, pertanto è in un’ottima posizione, raggiungibile in tutta sicurezza. Il suggerimento che possiamo dare a tutti gli studenti è di sfruttare al meglio questa specificità della scuola e a tutti gli altri di utilizzarla comunque. T. Betti, F. De Gasperis, F. Fuzzi, R. Giacomini, Z. J. Serafini (III C Scuola media Pirandello) A. Mosciatti e A. Zaffini (III C Scuola media Pirandello) autori del disegno

per leggere la pagina clicca qui