Shoah, l’orrore dell’odio razziale

Il 27 gennaio 2020, in occasione della Giornata della Memoria, le classi terze della scuola media statale di San Giovanni in Marignano hanno messo in scena una presentazione multidisciplinare sul tema della Shoah dal titolo “Come è potuto accadere? Wie konnte es geschehen? How did it happen?” L’obiettivo dell’attività era sia quello di conoscere e mantenere il ricordo di questa tragedia collettiva, ma anche quello di formare nelle nuove generazioni una coscienza critica nei confronti delle discriminazioni, dei pregiudizi e dell’odio razziale. La presentazione è stata organizzata dalle professoresse di lettere, tedesco e inglese delle classi terze, che hanno affrontato l’argomento con gli studenti. Questi ultimi hanno lavorato durante il corso del I quadrimestre sul tema della Shoah, analizzando le origini dell’odio razziale, fino ad arrivare alle forme di razzismo odierne. Per prepararsi al progetto, nel mese di novembre, tutte le classi terze hanno partecipato ad un laboratorio di analisi delle copie originali della storica rivista “La Difesa della Razza”, conservata presso la Biblioteca Gambalunga di Rimini, attività che ha permesso agli alunni di sfogliare questo importante documento. Questo laboratorio ha messo in luce l’arma più potente di questo periodo: la propaganda. Due classi successivamente hanno visto e commentato in classe il film “Concorrenza sleale” di Ettore Scola (in cui emerge la problematica figura del bystander) e lo hanno trasformato in una drammatizzazione teatrale. Sul tema della Shoah i ragazzi hanno poi lavorato a lungo, spesso in gruppo, in italiano, inglese e tedesco. Sono state svolte ricerche e presentazioni sul tema in modo molto ampio, partendo dalla definizione stessa del termine Shoah, includendo informazioni storiche, poesie, citazioni, approfondimenti e immagini. Le professoresse hanno successivamente selezionato ed unito tutto il materiale in un’unica presentazione multidisciplinare, comprendente anche la drammatizzazione del film “Concorrenza sleale”, messa in scena dagli studenti il giorno 27 gennaio di fronte a tutte le quattro classi terze, la Dirigente Nadia Vandi e il Vicesindaco Michela Bertuccioli. A fine spettacolo vi sono stati i significativi discorsi della Dirigente e del Vicesindaco in merito al valore della Memoria, mezzo potente per evitare di ripetere i terribili errori del passato e ricordare non solo tutti gli ebrei vittime della Shoah, ma anche chi ha cercato di opporsi a questo terribile programma di distruzione. L’evento si è concluso con l’esecuzione delle canzoni “Auschwitz (Canzone del bambino nel vento)” di Francesco Guccini e “Gam Gam” di Elie Botbol. Matilde Bernini III D

Per leggere la pagina clicca qui