Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Ha vinto la scuola Colocci di San Marcello

per leggere la pagina clicca qui

Tanti studenti per la premiazione della nostra iniziativa: ecco la classifica

di MARIA GLORIA FRATTAGLI GRANDE FESTA nella sede di Confartigianato con tantissimi studenti per la premiazione della 14esima edizione dei ‘Campionati di giornalismo’, l’iniziativa che il Resto del Carlino porta avanti con le scuole per avvicinare i ragazzi al mondo del giornalismo e dell’informazione. San Marcello, con la scuola Colocci, raggiunge la vetta più alta della classifica e vince questa quattordicesima edizione. Al secondo posto la scuola Borsellino di Jesi, mentre arrivano a parimerito al terzo posto le scuole Conero di Ancona e le Leopardi di Borgo di Osimo. L’obiettivo dei Campionati di giornalismo è di far conoscere meglio il quotidiano, attraverso un vero e proprio «viaggio» che consenta di imparare ad usarlo come strumento di conoscenze nuove e di analisi. E proprio il giornale cartaceo rappresenta ancora lo strumento decisivo per approfondire e per interpretare i fatti, per entrare nel vivo della realtà che circonda ciascuno di noi, per stimolare il dialogo all’interno delle nuove generazioni e fra giovani ed i «mondi» in cui vivono, a cominciare dalla famiglia e dalla scuola. I RAGAZZI nelle settimane scorse sono stati chiamati a creare una intera pagina di giornale. Due volte a settimana gli studenti hanno inviato articoli alla redazione del Carlino di Ancona. Qui i giornalisti professionisti hanno ‘passato’ i pezzi pronti per la pubblicazione il giorno successivo. Un modo per fare diventare i ragazzi protagonisti, per fare emergere una sana competizione, e sviluppare momenti di confronto e di approfondimento attraverso la lettura e la scrittura. Al tempo stesso è stato dato modo agli insegnanti di sviluppare dei percorsi didattici interdisciplinari. «E’ una iniziativa che piace anche a noi e vedere tanti studenti partecipare a questa mattinata di festa – ha detto Andrea Brusa, responsabile della redazione di Ancona de Il Resto del Carlino – è anche una soddisfazione personale, un qualcosa in più che abbiamo svolto sapendo che il valore della carta stampata va sottolineato con forza. In un momento storico in cui l’informazione è diventata un vero e proprio bombardamento di notizie, sempre più veloce e, a volte, incontrollato, noi abbiamo i nostri tempi per approfondire, per leggere, rileggere, capire, chiedere. Abbiamo insomma un nostro momento di riflessione e di confronto all’interno della stessa redazione. In poche parole abbiamo quel tempo necessario per capire come ogni parola, ogni virgola detta in un modo o nell’altro debba sempre essere misurata e controllata. In questo sta la riflessione. Fermarsi e valutare». Infine un consiglio: «Ragazzi, sempre in allerta nei confronti delle fake news». TUTTI i ragazzi sono stati entusiasti del premio ricevuto e sono stati proprio gli insegnanti, seppur con un fil di voce per l’emozione, a ribadire l’importanza del lavoro fatto. «E’ stata una esperienza molto formativa – ha detto una insegnante delle scuole Colocci che ha avvicinato i ragazzi alla lettura del giornale – Le prime volte erano dubbiosi, poi questa sana abitudine è diventata anche la loro. Obiettivo raggiunto». LE SCUOLE che hanno partecipato ai Campionati di giornalismo della nostra provincia erano undici: per Ancona le Conero, le Pascoli e le Leopardi. Per Osimo le Leopardi Borgo, per Osimo Stazione le Giovanni Paolo II. E ancora Jesi: con le Borsellino; Monsano con Don Pino Puglisi; San Marcello con le Colocci; Monteroberto con le Pascoli; Ostra con le Menchetti e Senigallia con le Fagnani.