Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Consigli per acquisti più ecologici

IL CENTRO commerciale Cuore Adriatico è frequentato, come tanti altri, da moltissime persone e quindi è normale che utilizzi tanta energia per garantire a tutti un servizio accogliente e accattivante, ma pensiamo che potrebbe diventare più ecosostenibile. Anche se non sappiamo se possono essere realizzabili, abbiamo pensato a queste possibilità. Per illuminare i grandi spazi del Centro è sicuramente necessario un sistema di illuminazione complesso ma sarebbe utile installare solo lampadine a led oppure utilizzare più possibile la luce naturale attraverso finestre e vetrate. Sempre riguardo alle luci, riteniamo che sia esagerato l’uso di quelle natalizie, in quanto sono presenti in modo eccessivo e vengono allestite troppo presto. Un altro modo per risparmiare energia elettrica potrebbe essere di tenere in funzione le scale mobili solo nei giorni di maggior affluenza e di incentivare l’utilizzo delle scale normali che ci fanno fare un po’ di movimento e fanno bene alla salute; Abbiamo pensato anche che potrebbe essere utile allungare la pista ciclabile che già c’è vicino al Cuore Adriatico verso il centro di Civitanova in modo che le persone abbiano la possibilità di arrivare senza usare l’automobile. Riteniamo che potrebbero essere aumentati gli spazi da dedicare ai parcheggi sia normali sia quelli per bici e per auto elettriche, per evitare tutti quei giri inutili per trovare un posto libero; in questo modo potrebbero diminuire le emissioni di gas inquinanti. Inoltre il Centro commerciale, sfruttando la grande quantità di clienti che lo frequentano, potrebbe fare una grande opera di sensibilizzazione sulla sostenibilità dell’ambiente. Eccovi alcune idee. Si potrebbe inventare una mascotte travestita da orso con una T-shirt blu con un cuore rosso con su scritto “Natura” che gira per il centro commerciale a distribuire volantini o gadget relativi al consumo sostenibile. In questo modo si potrebbe catturare l’attenzione soprattutto dei bambini. Potrebbero essere organizzati degli interventi, delle conferenze con studiosi o esperti per informare o dare consigli utili sul consumo sostenibile. Infine per spingere i clienti ad adottare comportamenti sempre più rispettosi dell’ambiente, il Centro potrebbe prevedere degli sconti o dei buoni spesa per chi sceglie prodotti ecosostenibili ed ecologici. Beatrice Scocco, Tommaso Capponi, Riccardo Marinelli 1ª D

per leggere la pagina clicca qui