Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

La grande magia della coabitazione

PENSATE che partecipare a una riunione condominiale sia un appuntamento devastante? E che i rapporti di buon vicinato siano un’utopia? Allora il cohousing non è decisamente la scelta giusta per voi. Ma, come ci è stato dimostrato dalle 18 famiglie che a metà febbraio ci hanno aperto le porte del condominio Porto 15, consentendoci di conoscere questa realtà così affascinante, la coabitazione porta con sé una grande magia, fatta di altruismo, amicizia ma anche impegno e collaborazione. Questo cohousing è nato nell’estate del 2017, quando 18 nuclei, per un totale di 34 cittadini tra cui single, coppie e famiglie, vincitori del bando pubblico lanciato da Asp, sono entrati negli alloggi di via del Porto 15. Il palazzo, da poco ristrutturato e per questo ancora nuovo, si sviluppa su cinque piani; gli spazi sono molto simili a quelli di un normale condominio, ma in aggiunta alle abitazioni private ci sono degli ambienti comuni: una sala da pranzo, una cucina, un’area giochi, delle stanze multifunzionali e dei locali sotterranei. QUI, si è formata una comunità di abitanti che si impegna nella gestione di spazi condominiali comuni e nella realizzazione di momenti di vita comunitaria, attraverso delle regole condivise e la partecipazione di tutti. La loro è una comunità molto attiva socialmente: si organizzano feste, quando possibile si cena insieme, si vedono film nella sala comune, si gioca nella stanza ricreativa, ci si scambia anche solo semplicemente quattro chiacchiere nei pianerottoli e, da qualche mese, se vi trovate da quelle parti e avete un problema con le vostre biciclette, potete portarle nei loro sotterranei dove troverete un’officina ben attrezzata e qualcuno disposto ad aiutarvi. Porto 15 vi dà la sensazione di trovarvi in un piccolo villaggio, dove non ci si potrà mai sentire soli, ma sempre accolti e aiutati. Qui abbiamo osservato un altro tipo di condivisione, che non è quella più comune della rete e dei social network, in cui siamo sempre pronti a postare e condividere fotografie, video, musiche, per poi concludere il tutto con un like. Quella di Porto 15 è una condivisone reale, che, come dicono gli stessi abitanti, si basa su ‘buone pratiche, spazi, tempo, idee, attività, relazioni, bisogni, risorse’, necessarie per ‘formare e curare una comunità di residenti responsabile, solidale e sostenibile’. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Per leggere la pagina clicca qui