Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Salviamo il parco, idee e progetti

L’ANNO SCORSO abbiamo iniziato un percorso in collaborazione con Officina Educativa per esplorare il parco della nostra scuola. Come è fatto? A cosa serve? Cosa può diventare? Abbiamo organizzato prima di tutto un’ispezione, documentando, con foto, qualche aspetto da migliorare. «Ad esempio – riporta Ryan – la rete che era rotta, e la pavimentazione vicino al porta bici, che ora sono state sistemate». Abbiamo poi esplorato il parco da un altro punto di vista, riportando su una planimetria gli alberi esistenti e i ceppi, mentre gli studenti di IC hanno approfondito le caratteristiche del suolo, raccogliendo campioni e studiando nel laboratorio di scienze la granulometria per sedimentazione in acqua. MA COME usare il parco della nostra scuola? Come sapere cosa ne pensano gli altri studenti? Abbiamo ideato un questionario di dieci domande, rivolto agli alunni delle classi seconde e ai docenti. I risultati sono interessanti: «Ad esempio – dice Erika, che ha tabulato i dati con i compagni di classe e i ragazzi del Get Madres – molti alunni vorrebbero panchine, giochi da esterno, campi polivalenti, e anche una zona coperta, con dei tavoli». «E vorrebbero usare questo spazio sia al mattino che al pomeriggio – aggiunge Rachel – per attività sportive, laboratori vari (teatro, musica...), o anche semplicemente per fare merenda o per la pausa pranzo quando il tempo è bello». Un buon numero di studenti ha anche scritto che il parco ha bisogno di molta cura. ABBIAMO così organizzato una giornata speciale,‘Puliamo il parco’, in cui abbiamo ripulito l’area trovando un po’ di tutto e anche matite e gomme, che abbiamo poi lavato e riutilizzato in classe come materiale condiviso. Quest’anno, invece, abbiamo iniziato un nuovo progetto che si chiama ‘Ortolani in classe’. «Abbiamo utilizzato le cassette che avevamo costruito con dei pallet, e ora stiamo sistemando il terreno per seminare pomodori, piselli, fragole, fave, del granturco per creare una zona d’ombra e una parete verticale con erbe aromatiche – raccontano Giacomo e Simone di III E–. Se tutto andrà bene, avremo così vari prodotti da usare nel laboratorio di cucina a scuola». I PROSSIMI appuntamenti? Due. Alcune classi parteciperanno alla piantumazione di un Pyrus Calleryana nel quartiere sabato 23 marzo ed è stato anche organizzato un incontro sugli alberi sopravvissuti con il botanico Ugo Pellini, a cui chiederemo anche qualche consiglio sul futuro del nostro parco. E per aprile stiamo organizzando la second edition di “Puliamo il parco”. Classe III F

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI