Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

«Bcc, la fusione è stata un successo»

ANCHE la Bcc ravennate, forlivese e imolese è tra gli sponsor storici del Campionato di Giornalismo Forlì, 2019. Un’occasione per la banca per stilare anche un primo bilancio dopo la fusione dello scorso anno con gli istituti di Ravenna e Imola: «La Bcc ravennate, forlivese e imolese chiude egregiamente l’esercizio 2018, con un utile di oltre 15 milioni di euro. Il risultato economico – afferma il direttore generale Gianluca Ceroni – oltre che confermare la lungimiranza e l’ottimismo della nuova Banca post fusione, garantisce i soci e i clienti, rendendo possibile un ulteriore importante consolidamento del patrimonio, vera garanzia per tutti gli stakeholder». UN’ATTENZIONE particolare va ai soci: «In tutte le 5 aree di operatività della Banca è continuata l’attività a favore di soci e clienti, con una ulteriore crescita della base sociale che ha superato le 29mila unità ed erogazione di nuovi finanziamenti per oltre 407 milioni di euro. Ottimi risultati si registrano nell’area di Forlì: dei 1.906 nuovi soci entrati nel 2018, ben 583 sono dell’area Forlivese. In aumento anche le erogazioni benefiche al territorio e i prestiti ad imprese e famiglie. Possiamo affermare che la fusione è stata un successo». Diverse le iniziative che hanno avuto luogo nel 2018: «Abbiamo intensificato l’attenzione alle necessità della clientela – prosegue Ceroni –, fornendo servizi sempre più specialistici, mutui con clausole di flessibilità e nuove coperture assicurative, per dare risposte ai mutati bisogni di soci e clienti. Non ultimo, l’accordo con E.ON, primaria azienda energetica europea per fornire ulteriori opportunità alla clientela e soluzioni semplici e vantaggiose di energia verde», conclude il direttore Ceroni. «DIVENTIAMO a tutti gli effetti parte del Gruppo Bancario Iccrea, che sarà uno dei principali gruppi bancari del Paese, – afferma il presidente Secondo Ricci –. Questo non snatura la nostra mission, di attenzione alla persona, alle famiglie, ai giovani, al territorio e alle sue necessità». «Il socio e le esigenze delle comunità locali rimangono centrali, in un contesto competitivo che obbliga le Banche a ragionare in termini di efficienza – continua il presidente Ricci –. Saremo la banca locale all’interno di un grande e solido gruppo bancario nazionale». Testi di Sofia Nardi © RIPRODUZIONE RISERVATA