Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Quando la passione diventa un lavoro

Ecco un’altra bella prova di giornalismo della scuola Bonifacio. In campo la classe seconda A, guidata dalla professossa Marzia Dal Santo. Tanti i docenti della Bonifacio che partecipano al campionato di giornalismo, in prima fila la professoressa Laura Pellegrini. PASSIONE SOTTO I RIFLETTORI CHE COS’È una passione? Una passione è un forte interesse personale che ci aiuta ad evadere dalla vita monotona di ogni giorno. Le passioni possono essere tante e di diversi tipi, il modellismo, la musica, lo sport, persino la lettura! Dopo aver letto in classe un testo sulle passioni, ne abbiamo discusso tra noi e abbiamo dedotto che non tutti ne hanno una e chi ce l’ha non sempre vorrebbe trasformarla in un vero e proprio lavoro. Dato che in diverse occasioni abbiamo modo di frequentare il Teatro Sociale di Rovigo, per approfondire l’argomento abbiamo invitato un’attrice di teatro affinchè venisse a raccontarci di come riesce a conciliare famiglia, lavoro e passione. Nella mattinata di sabato 2 febbraio, noi alunni di classe II A, abbiamo invitato Letizia Zambon e abbiamo piacevolmente chiacchierato con lei cercando di cogliere consigli e suggerimenti dalla sua esperienza. Letizia è madre di due figlie e lavora come manager in una azienda di marketing e, nonostante i vari impegni tra lavoro e famiglia, riesce a coltivare la sua più grande passione: il teatro. Ci ha raccontato che essa le è stata tramandata certamente da suo nonno, ma ha affrontato la sua prima esperienza di teatro all’età di dodici anni, quando frequentava la scuola media Bonifacio. Le è stato proposto, dall’insegnante di italiano, il ruolo di un comandante di polizia molto severo all’interno di uno spettacolo, quest’ultimo ebbe, in seguito, un discreto successo. In questa occasione si è accesa la scintilla! Ha proseguito gli studi dapprima al Liceo e poi all’Università accantonando il teatro, ma, una estate ha lavorato come animatrice di contatto in un villaggio turistico, ed ecco che la sua passione ha fatto nuovamente capolino! Oggi recita nella compagnia “Fuori Di Scena” composta da una quindicina di persone di età diverse che hanno stretto, tra l’altro, un bellissimo rapporto di amicizia. Molti sono gli inconvenienti che accadono durante la recita, ad esempio la dimenticanza di battute da parte di qualcuno, oppure la mancanza di alcuni oggetti sulla scena, ma molto spesso il pubblico neanche se ne accorge perchè tra loro attori c’è chi, mentre recita, riesce a tamponare gli errori che uno spettacolo «in diretta» presenta. Il copione è spesso corposo e memorizzarlo richiede molto tempo, ma lei ha scoperto di avere una memoria uditiva grazie alla quale riesce ad imparare in breve tempo tutte le battute. Come? Semplice! Si registra mentre legge il copione e poi riascolta la registrazione durante il tragitto in macchina per recarsi al lavoro, passando da una città all’altra. I reporter della seconda A

per leggere la pagina clicca