Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

«Irene, paladina del Terzo Mondo. La lotta contro la fame comincia con le nostre azioni»

ECCO DUE BELLE prove dei giovani reporter della scuola media di Rosolina che quest’anno, come avviene ormai da tante edizioni, sono guidati dalla professoressa Antonella Zennaro. Il dirigente della scuola di Rosolina è il professor Romano Veronese. CORSA CONTRO LA FAME Irene Silvan, che fa parte dell’associazione Azione Contro la Fame, è venuta a presentarci il progetto Corsa contro la fame. L’associazione si occupa di fornire cibo e acqua a chi non ne ha e lavora in 50 Paesi tra cui anche quelli più ricchi come Stati Uniti perché il lavoro di questa associazione è quello di far conoscere la realtà della povertà in ogni parte del Mondo. Se sono “qui” in tanti è perché c’è ancora tanto bisogno, infatti ci sono 821 milioni di persone che soffrono la fame: pensiamo al fatto che ogni 10 secondi un bambino muore di fame. La responsabile del progetto nella nostra scuola è la professoressa Nicoletta Ruzzante che ha aderito all’iniziativa promossa da Acf con molto entusiasmo e col desiderio di sensibilizzare i giovani a questa problematica. Ogni anno Acf cambia il Paese in cui promuovere le loro azioni: quest’anno è il Tchad. Si tratta di un Paese rurale molto povero. Attraverso delle immagini abbiamo potuto capire la differenza della quantità e qualità di cibodisponibile tra noi e loro e non è stato difficile rendersi conto di come sia insufficiente l’alimentazione per quei bambini. In quelle zone di grave mal nutrizione basterebbero due barrette al giorno del costo di 25 centesimi per dare da mangiare ad un bambino che soffre di malnutrizione e poterlo curare nel giro di due mesi: un costo davvero irrisorio. L’argomento principale di questo incontro è stata però la corsa contro la fame alla quale il nostro istituto parteciperà. Ogni alunno dovrà trovare una o più persone che lo sponsorizzino in questa competizione, in modo da poter raccogliere del denaro. La cifra raggiunta servirà a salvare davvero dei bambini e potremo avere un report di come questa somma verrà utilizzata. Alla fine dell’intervento, abbiamo fatto un’intervista ad Irene Silvan. Ecco le domande. Da quanto tempo è nata l’associazione? «Nel 1979 in Francia, ma solo dal 2014 in Italia» Da quanto tempo lavora in questa associazione? «Da un anno, anche se già prima ho lavorato, in altri modi, a contatto con i Paesi più poveri» In che cosa consiste il suo lavoro? «E’ quello che voi avete visto oggi, consiste nel sensibilizzare i ragazzi a queste tematica. Siamo in parecchi, io sono incaricata per le scuole in Veneto dalla Primaria alle Superiori. Naturalmente prima di iniziare ho seguito un corso di formazione» Come accolgono i ragazzi nelle scuole questa iniziativa? «Partecipano molto attivamente poiché prendono a cuore la questione di aiutare bambini mal nutriti» I cronisti di Rosolina