Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Così riflettiamo sul nostro domani

NATURALMENTE non possiamo sapere come sarà il nostro futuro di ragazze e ragazzi, ma cercheremo di immaginarlo comunque al meglio. Per prima cosa ipotizziamo degli scenari futuri per il nostro pianeta e noi suoi abitanti. Uno dei problemi più discussi è quello legato all’ambiente. I cambiamenti climatici stanno conducendo alla rovina la flora e la fauna. Gli ecologisti stanno spingendo per cercare di eliminare le cause che producono questi effetti: bisogna sostituire le fonti di energia non rinnovabili ed inquinanti con altre naturali e rinnovabili. Per quanto riguarda l’evoluzione dell’umanità possiamo facilmente prevedere che saremo soggiogati dalle nuove tecnologie: renderanno più comoda la nostra vita quotidiana, ma forse anche più solitaria. Le previsioni sul futuro sono quindi preoccupanti, se continuiamo in questo modo, ossia inquinando, danneggiando l’ambiente e non preoccupandoci del ‘domani’: il mondo potrebbe scomparire, oppure diventare non come noi lo conosciamo oggi. Ma possiamo ancora fare qualcosa per migliorare il futuro del nostro mondo, partendo dalle cose ‘piccole’: come fare la raccolta differenziata o risparmiare acqua, luce e gas, usandoli solo se veramente servono. Solo così, tramite piccoli gesti, potrà partire quella che si spera sarà una rivoluzione mondiale indirizzata verso un miglioramento. Parlando di noi, invece, possiamo immaginare che la nostra vita vera inizierà solo dopo aver finito gli studi, quando decideremo che mestiere svolgere nell’età adulta, quando ognuno dovrà svolgere un ruolo ben preciso nella società, per darsi delle soddisfazioni e far crescere l’economia nel proprio paese. Viviamo in un mondo veramente meraviglioso. Un mondo in cui possiamo accedere in pochi secondi ad ogni tipo di informazione e in cui possiamo sperimentare quello che vogliamo, la tecnologia è a disposizione di tutti, con prezzi accessibili; dunque, non possiamo immaginare la nostra vita lontana da questi strumenti tecnologici. Il futuro per ora è solo un’immagine sfocata nella nostra mente e nei nostri sogni. I sogni sono la base del futuro di ogni persona: se non si vive inseguendoli, sarà una vita sprecata. In questo periodo, in cui molti giovani vanno all’estero e si parla di ‘fuga di cervelli’, non crediamo che molti ragazzi immaginino il proprio futuro in Italia: non riescono a trovare, infatti, occasioni e luoghi dove realizzare i propri sogni, nel nostro paese, così ‘emigrano’ per ottenere più libertà ed opportunità per realizzare i propri sogni. Ci dobbiamo ricordare che non è con i soldi che vogliamo imparare a crescere, ma con la capacità di osservare e saper apprezzare, ma quando ci vuole anche criticare, quello che ci circonda.

per leggere la pagina clicca qui