Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

La musica significa stare insieme

SONO una musicista, suono il clarinetto in banda, e per me è una grande passione; la dimensione della musica mi ha letteralmente catturato e ogni giorno ne scopro aspetti nuovi. La musica non è solo saper leggere le note, qual è il loro nome oppure dove sono posizionate, se su un rigo o all’interno di uno spazio. Musica significa anche fare qualcosa che forse non sapevi di saper fare nella tua vita, ma soprattutto musica è, anche se non sembra, stare insieme: perché la cosa più importante non è come suoni uno strumento o se sei bravo, ma è con chi lo suoni. Questa «arte» oggi non è così diffusa come altre discipline, anche sportive, ad esempio il calcio. Eppure essa è molto versatile, ha molti aspetti come fossero tessere di un puzzle. Non è molto, conosciuta, ma molto interessante, la «Propedeutica musicale» o meglio la musica per i bambini più piccoli: in modo molto divertente e giocoso anche i bambini di sei anni, o meno, possono avvicinarsi alla musica nel loro piccolo mondo. Un’ altra tessera del puzzle non nota, ma molto utile, è la «Music Therapy» cioè l’uso della musica sotto forma di terapia per pazienti piccoli ma anche adulti. La musica ti può completamente sconvolgere la vita da così a così: io quando suono provo delle emozioni che non so descrivere molto bene: alcune volte sento che la musica per me è come un rifugio in cui posso stare senza essere trovata; quando sono un po’ giù suonare è l’unica distrazione; quando sono arrabbiata vorrei solo fare la nota più acuta e più difficile lasciandomi tutto quanto alle spalle, mentre quando sono felice e il mondo intorno a me impazzisce di gioia, penso che la musica sia stata veramente la chiave della mia vita e la cosa più semplice e divertente che mi viene in mente è suonare insieme con tutta la mia bellissima seconda famiglia. Per me essa rappresenta anche un indirizzo di studi, dal momento che ho intenzione di frequentare, oltre un Istituto Superiore, anche il Conservatorio. Sarà dura, ma ce la farò. La musica può farti conoscere persone che forse diventeranno d’ora in avanti quelle più importanti della tua vita, può portarti in tutto il mondo con i gemellaggi fra le bande di ogni città o di ogni stato. Ciò che di più importante la musica fa in ogni banda è farti sentire come in una casa e così i tuoi compagni non saranno più semplici compagni, ma la tua famiglia per sempre, e nessuno vi dividerà mai per alcuna ragione. Chiara Vitali III B

per leggere la pagina clicca qui