Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Ritmo e denunce nella musica trap

L’ADOLESCENZA è forse il periodo della nostra vita più ricco di esperienze; dalle più belle alle più dolorose. Mai come ora, la musica svolge un ruolo così importante, ovvero quello di accompagnare, giorno dopo giorno, l’età adolescenziale. Quelle che molti vedono come semplici canzoni, sono capaci, in realtà, di modificare i nostri sentimenti e di proiettarci in un’altra dimensione. Ma quali sono i generi in voga tra i ragazzi di oggi? La trap, sicuramente il genere preferito dai più piccoli, ma anche il più discusso dagli adulti, è un genere nato in America, che consiste in una rielaborazione del rap. I TRAPPER, così si chiamano coloro che cantano questo genere, sono giovanissimi e raccontano di come dalla dura vita di periferia sono arrivati a godere di lussi estremi come ville, macchine, gioielli, droghe e vestiti di alte firme. Certe volte i testi trap sono privi di significato e inducono i ragazzi all’uso di alcool, fumo e stupefacenti. Possiamo spezzare, però, una lancia a favore della musica trap che viene spesso demonizzata dagli adulti che gli attribuiscono colpe che non merita. Abbiamo prima nominato il rap, padre di tutta la musica di strada del nuovo millennio. Questo genere è prediletto non solo dagli adolescenti ma anche dai ragazzi di età maggiore. Le principali caratteristiche sono il ritmo veloce con cui vengono pronunciati i testi, tanto da far diventare la musica, un parlare sopra una base musicale. Anche i temi divergono dalla trap, avendo un significato profondo che spesso si basa su denunce sociali e critiche alla politica. I rapper sono, infatti, capaci di influenzare con i loro testi i pensieri degli ascoltatori. Ancor più recente della trap, è l’indie, un genere totalmente diverso; forse più vicino agli stili dei cantautori italiani. Le parole scritte e cantate dai portatori di questo genere sono a prima vista prive di senso, ma in realtà ruotano intorno ad un argomento ben preciso, rendendo i testi criptici. Il principale scopo degli autori indie è creare una canzone facile da ricordare, un po’ come un tormentone. C’è anche chi continua ad ascoltare i colossi musicali del vecchio millennio, soprattutto i Queen. Infatti, nonostante rappresentino la vecchia scuola, queste band non sono invecchiate per niente male. Inoltre le continue stelle nascenti del rock fanno sì che questo genere continui a sopravvivere senza estinguersi. Classe III A

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI