Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

C’è chi sta dentro e chi sta fuori

OGNI muro crea una barriera, un confine, una linea più o meno permeabile che separa chi sta dentro e chi invece sta fuori. Passare al di là del muro può essere facilissimo per alcuni, quasi impossibile per altri. Se c’è un muro significa che c’è inclusione e se c’è esclusione, c’è qualcosa o qualcuno che accettiamo possa entrare, e altri no. A volte i criteri di esclusione sono sottili: basta un gradino per una persona in carrozzina, una parola detta e rivolta a una persona sorda, un’informazione data in una lingua non conosciuta. Altre volte possono essere molto complicati, come aver a che fare con concetti come il genere, la razza, la religione. Proviamo a pensare di trovarci davanti a un muro senza sapere se sarà accessibile o inaccessibile. Come ci sentiremmo se ci lasciassero fuori? Cercheremmo di entrare? O accetteremmo di essere esclusi? Dragotta Cristian, Canti Anja, Makhloufa Ritej LA NOSTRA professoressa di Lettere, dopo una visita fatta alla mostra “The Wall” a Bologna, ci ha portato del materiale prezioso per il nostro lavoro sul “Confine”, e questo nostro articolo è frutto di letture e riflessioni fatte in classe. “Three Stones Make a Wall” è il titolo di un libro scritto da Eric H. Cline che evidenzia il ruolo del muro come oggetto umano primordiale che ci ricollega ai nostri antenati. È sul muro, con disegni di animali e impronte di mani lasciate sulle pareti delle grotte, che già millenni fa l’uomo ha cominciato a raccontare e a raccontarsi, ai suoi simili, a se stesso, ai posteri. Ed è costruendo muri che l’uomo ha iniziato a proteggersi, a ridefinire lo spazio che lo circondava secondo quelle che riteneva fossero le sue esigenze. Oggi sono cambiate sia le tecniche che i materiali di costruzione dei muri, sono cambiati gli stili con cui essi vengono decorati, sono cambiate le parole che vengono scritte su quei muri. Ma il muro in fondo non è cambiato. Così come le sue funzioni non sono cambiate. Il muro è denso di storia, di significati, ci protegge, ci nasconde, ci parla, ci invita a seguirlo a sbatterci contro, il muro è civiltà. Classe III Scuola Secondaria I Grado “V. Monti” – San Costanzo

per leggere la pagina clicca qui