Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Dalla danza alla band, i nostri reporter vanno a tutto campo

E’ VENUTO a trovarci Massimo Bedendi, papà della nostra compagna Morgana Palmira. Massimo è ottico optometrista titolare di due negozi, ad Adria e Cavarzere. Ci incuriosiva questo tipo di lavoro e volevamo saperne un po’ di più anche in vista di una nostra scelta futura. CI HA RACCONTATO che ha iniziato il liceo scientifico ad Adria ma che poi, avendo il desiderio di diventare ottico e poi medico oculista, ha frequentato la scuola di ottica a Pieve di Cadore nel Bellunese. Così nel 1980 si diploma in ottica e nel 1983 si perfeziona negli Stati Uniti come optometrista. Ci ha spiegato che l’optometria è una disciplina scientifica che analizza il processo visivo al fine di mantenerne o rafforzarne l’efficienza. Nasce nei primi del ‘900 nei Paesi anglosassoni. Esiste anche l’ortottica, che è uno dei rami dell’oftalmologia. Si compone di un insieme di tecniche eseguite dal medico oculista e anche dall’ortottista assistente in oftalmologia, mirate alla riabilitazione visiva dei disturbi motori e sensoriali, ad esempio quando ci sono fenomeni di strabismo. Abbiamo scoperto com’è fatto un occhio e che cos’è l’ottica. Alcuni di noi portano gli occhiali ma grazie a quanto ci ha spiegato il papà di Morgana abbiamo capito che cos’è la miopia, l’ipermetropia, l’astigmatismo e la presbiopia, disturbo tipico delle persone di una certa età. Un modo diverso di fare lezione. Speriamo di poterlo avere ancora in classe». Il campionato di giornalismo di Venezze e Parenzo è stato seguito dalla prof Alessandra Recchiuti. I cronisti della 2A Venezze

Per leggere la pagina clicca qui