Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Tecnologia ok, ma non sia eccessiva

IO MI IMMAGINO che nel futuro le nostre case saranno piene di tecnologie innovative e la nostra vita quotidiana sarà agevolata da incredibili invenzioni. Ad esempio ci saranno dei robot, che si muovono da soli, che faranno tutto quello che gli verrà chiesto, anche le funzioni che oggi svolgono gli elettrodomestici come il forno, la lavatrice, la lavastoviglie, l'aspirapolvere e il ferro da stiro. Mi immagino che esisteranno macchine che potranno viaggiare sulla strada, in aria e nel mare, sostituendo automobili, aerei e navi. Le città saranno piene di grattacieli e palazzi costruiti con materiali migliori di quelli di adesso. Visto che esisteranno i robot, ci dovranno essere persone che li progettano, li mantengono, li aggiornano, li migliorano e risolvono eventuali problemi, di conseguenza ci saranno molti più posti di lavoro e alcuni mestieri che rimarranno senza lavoratori perché sono più faticosi o meno interessanti potranno essere svolti dai robot. I cellulari non saranno enormi, ma avranno la capacità di proiettare lo schermo su qualsiasi superficie, insieme a una tastiera virtuale, e questa proiezione funzionerà come un normale schermo di uno smartphone: per interagirci bisognerà semplicemente usare le dita. Inoltre non avranno solo le funzioni che hanno quelli di oggi, ma avranno tutte quelle del computer e potranno essere usati per guardare la tv. Ma analizziamo ora gli aspetti positivi e negativi del miglioramento tecnologico: sarà molto utile per gli anziani, che avranno la possibilità di compiere delle determinate azioni senza un grande sforzo fisico. Tutti risparmieranno del tempo dato che compiere un azione con una macchina è molto più veloce rispetto all'utilizzo delle mani. I progressi nel campo medico renderanno la vita delle persone più lunga e le aiuteranno a mantenersi in salute. Non è però da trascurare che per costruire questi numerosi oggetti servono molte risorse naturali, si producono rifiuti e gas nocivi e in questo modo il pianeta viene inquinato. Oltre a questo i dispositivi elettronici producono radiazioni che sono dannose per noi e per l'ambiente. Inoltre c'è il rischio che, siccome ci abitueremo a non svolgere direttamente delle azioni, ma lo faremo grazie all'aiuto delle macchine non usando delle parti del corpo, potremmo pertanto, col passare del tempo e delle generazioni, nascere senza alcune di esse. Quindi l'avanzamento tecnologico e scientifico è vantaggioso quando non è eccessivo. Jacopo Latilla IIIA

Per leggere la pagina clicca qui