Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

«Nelle stanze di Paolo e Francesca»

A SCUOLA abbiamo organizzato la settimana culturale, ovvero una settimana in cui si gioca o si fanno attività per imparare divertendosi. In questa settimana mi sono rallegrata tantissimo, abbiamo fatto giochi molto divertenti. Il primo giorno è venuto un «mago» il prof. Ennio Monachesi che ci ha fatto vedere alcuni suoi giochi, ad esempio una collanina e un anello che, insieme si univano magicamente. Poi abbiamo fatto giochi nell’ora di religione molto divertenti. Alla terza ora abbiamo trascorso l’ora con giochi matematici a gruppi, poi è ritornato il mago che ha continuato ad allietarci con altri scherzi e gadget che poi ha regalato a ciascuno di noi. Il giorno dopo siamo andati in gita a Gradara e Urbino, siamo partiti verso le 7.15 e siamo arrivati verso le 10 ad Urbino, siamo andati a visitare il palazzo ducale dei Montefeltro, che non mi è piaciuto molto perché era un po’ troppo noioso. Poi siamo andati a visitare casa Raffaello, carino il posto. Verso le 15 siamo arrivati a Gradara dove abbiamo visitato il castello e le stanze più importanti come la camera di Francesca dove, come scrisse Dante nella Divina Commedia, vennero uccisi Paolo e Francesca e infine ci siamo recati nella stanza della tortura. Preferisco di più Gradara perché è più bella e la guida era brava a spiegare, la cittadina, che è stata proclamata «Borgo dei Borghi» 2018. Ilaria Palmucci 2ª A *** IN QUESTA settimana non si sono tenute le lezioni normali. Ad esempio in quelle di aritmetica abbiamo fatto i cruciverba con i numeri. Le cose che mi sono piaciute di più sono state: il torneo di palla-tamburello, che è un gioco dove si usa una specie di tamburo e una palla da tennis. Si gioca in 5 e appena l’avversario batte la palla nel tuo campo bisogna tirarla dall’altra parte e così via. Tra l’altro siamo arrivati primi come l’anno scorso. Abbiamo fatto anche un gioco africano che si chiama Ayo. Abbiamo avuto il piacere, grazie all’insegnante di italiano, di far venire dei ragazzi africani in classe che ci hanno portato questo gioco bellissimo. È una specie di «scatola» con 12 buchi e in ogni buco ci sono 4 palline. Comunque mi sono divertita tantissimo. Alessandra Massini 2ªA

Per leggere la pagina clicca qui