Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

L’importanza della lettura

LEGGERE è considerato da alcuni fonte di cultura, esperienza e fantasia mentre da altri solo una noia. Il valore dei libri sembra essere dimenticato si preferisce passare il tempo distraendosi in altro modo. Risultano essere molti i ragazzi-tecnologizzati che preferiscono divertirsi attraverso strumenti ritenuti loro più moderni, immediati, un libro è qualcosa di vecchio e soprattutto statico. Qualcuno però, ama ancora perdersi sfogliando pagine di carta, sentendosi trasportato in altri mondi, partecipe di mille emozioni. Possiamo riconoscere diverse tipologie di lettori analizzando alcuni fattori: Leggere per rilassarsi Uno studio dimostra che leggere sia un ottimo anti- stress. Mostrandoci le diverse circostanze in cui si ritrovano a vivere gli esseri umani, la lettura ci rende consapevoli della futilità dei nostri problemi. Leggere per incrementare le proprie conoscenze Leggere fin dall’infanzia permette di ampliare le conoscenze e costruirsi un ricco vocabolario che permette ai futuri adulti di esprimersi meglio e più correttamente, di ottenere un punteggio più alto ad un qualsiasi test di intelligenza. Leggere per aumentare l’empatia Potrà sembrare un’attività solitaria e individualista, ma la lettura può renderci più capaci di relazionarci con gli altri. I romanzi, soprattutto, grazie alle dettagliate descrizioni sentimentali, hanno il potere di aiutare i lettori a capire quello che gli altri provano e pensano. Leggere per prendere sonno Prima di spegnere la luce, leggete qualcosa! Rilassarsi con un libro aiuta ad addormentarsi molto prima di quanto facciano e-book ed altri schermi tv o pc. Quando si legge prima di addormentarsi il corpo si rilassa e quando il cervello è felice, abbiamo più probabilità di dormire serenamente. Leggere per potenziare il cervello Leggere regolarmente potenzia la memoria. La lettura è un esercizio mentale. Crescendo, le capacità cerebrali rischiano di diminuire, ma leggere spesso può rallentare il processo di invecchiamento. Leggere è contagioso Continuare a leggere a voce alta ai propri figli per tutta la durata delle scuole elementari li porta a diventare lettori più abituali quando crescono. C’è chi tra noi ragazzi non conosce il vero valore della lettura e da ciò nascono diverse domande ad esempio ‘come possiamo salvare la lettura?’, ‘come può essere diffusa?’. Sono proprio coloro che amano leggere che devono diffondere la lettura tra la nostra generazione, il che risulta un compito abbastanza difficile, ma più siamo meglio è, perché sfogliare le pagine di un libro fa la differenza. Giorgia Bernabei, Giulia Crudeli, Nicole Fiorentini, Sara Galassi Classe II D Prof.ssa Roberta Bezzi

Per leggere la pagina clicca qui