Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

E’ importante esprimere le proprie idee

AMMIRIAMO le persone che lottano per le proprie idee. Noi personalmente non siamo tipi che esprimiamo fino in fondo le nostre opinioni, ma a seconda dei casi, perché abbiamo più facilità nel farlo con certe persone che con altre. Riusciamo a esprimerci pienamente quando parliamo con i genitori, con i parenti perché a loro possiamo affidarci nei momenti difficili e dirgli tutto quello che ci tormenta. Con loro riusciamo a essere noi stessi, invece facciamo più fatica al di fuori del nucleo familiare, in particolare con i professori e i compagni, anche se con questi ultimi parliamo e ci confrontiamo. Con i professori è un po’ diverso perché li vediamo come persone che controbattono sempre, rimproverano spesso e ci sono certi che non ti fanno neanche esprimere un’opinione. Molti ragazzi, come noi, per motivi come questi, non si esprimono pienamente, non dicono quello che provano davvero, anzi, in certi casi, non lo dicono proprio, facendo finta di niente, ingannando le persone care che stanno loro vicino, ma non solo, ingannando se stessi, si mentono da soli tenendosi le loro idee dentro di loro. Molti ragazzi, oltre a non dire quello che pensano, si vergognano talmente tanto, da dire bugie a tutti, facendo credere tutt’altra cosa. In realtà ammiriamo moltissimo le persone che riescono a esprimersi e a combattere per le proprie idee. Queste persone possono essere politici, insegnanti ma, possono essere anche ragazzi come noi, di 13 anni. Un uomo che ha combattuto per le proprie idee è sicuramente Martin Luther King, che, con lunghi e avvincenti discorsi, ha espresso le proprie opinioni ed ha rivendicato i diritti delle persone di colore maltrattate in America. Le sue idee incontravano l’animo di poche persone, ma lui, a costo della vita (assassinato sul suo balcone al secondo piano del Lorraine Motel a Memphis, ucciso da un colpo di un fucile di precisione alla testa) continuò la sua protesta pacifista ed esprimendo le sue opinioni con grande tenacia e chiarezza riuscì, con altri personaggi, a far conquistare i diritti civili agli afroamericani dal 1966 in poi. Queste persone che hanno espresso e che continuano a esprimere appieno le proprie idee sono persone da imitare. Pensiamo che da loro dovremmo imparare ad essere tenaci, decisi nel raggiungimento dei nostri obiettivi. Alessandro La Rocca, Andrea Benivegna, Riccardo Migliarini IIIB

per leggere la pagina clicca qui