Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

C’era una volta… il Cinema a Ferrara

PARLANDO di cinema e di Ferrara come set cinematografico permanente, non si può non citare e non rendere omaggio a Michelangelo Antonioni. Affascinati dalle ricerche sul personaggio, abbiamo percorso un viaggio in quella che poi è stata definita la sua ‘poetica’. SCOPRIAMO, così, che questa città non ci ha regalato un regista qualsiasi, bensì uno dei più grandi autori del cinema italiano e non solo. Ci accorgiamo che nel suo modo di essere artista, modernissimo nel rivolgere lo sguardo alle inquietudini del Novecento, all’uomo a sé stesso contemporaneo, conserva, tuttavia, lo spirito di appartenenza ad una città mai dimenticata, così intima, poetica e antica qual è Ferrara. INSOMMA, per dirla tutta, è stato definito, come si legge ‘poeta dell’assenza, dell’attesa, del desiderio’ (A.Robbe-Grillet), autore di un raffinato cinema di sguardi, sensibilissimo ‘pittore dello schermo’ (W.Wenders). Non poteva, quindi, non essere un ferrarese a mostrare, nella sua arte, nel suo modo di esprimersi, la stessa eleganza silenziosa e discreta che si respira percorrendo una delle tante strade più o meno importanti di questa città; la stessa che gli darà la formazione e la serenità necessaria alla sua crescita interiore. I SUOI primi film in bianco e nero con le nebbie della pianura padana hanno lo stesso fascino di quelli successivi ‘a colori’ ed è d’obbligo citare ‘Al di là delle nuvole’ il film che il maestro girerà nel 1995, proprio a Ferrara, ed è, ancora una volta, proprio nella sua silenziosa ed incantevole Certosa che vorrà essere sepolto a dimostrazione di quanto questo legame non si fosse mai interrotto, anche se è vissuto altrove. CI PIACE citare anche un altro ferrarese che ha reso illustre la città di Ferrara e che è scomparso di recente, Folco Quilici. Anche lui può vantare un’attività particolare di grande documentarista e non solo; anche lui si è sempre portato dentro quel senso di nostalgia che appartiene a tutti, ma soprattutto se sei nato a Ferrara.

per leggere la pagina clicca qui