Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Perché si inizia a bere e fumare? Non giochiamo conla nostra vita solo per piacere al gruppo

MERCOLEDÌ 13 e 20 dicembre 2017 noi ragazzi della classe 2ªC della scuola secondaria di primo grado Zangheri abbiamo assistito a un incontro inerente il progetto ‘Media-Mente’ guidato da due operatori Ausl (si occupano di persone che sono vittime di dipendenze patologiche causate da sostanze tossiche) e da due studentesse universitarie per discutere e riflettere sui temi delle sostanze legali e illegali al fine di promuovere una conoscenza corretta e mirata ad una riduzione del rischio e una maggiore consapevolezza nelle proprie scelte. Hanno iniziato l’intervento dicendo che il consumo di alcol, fumo e droga tra gli adolescenti sta diventando un fenomeno crescente, che crea gravi conseguenze sia per la salute sia per lo sviluppo delle nuove generazioni. Ormai le persone sanno che bere, drogarsi, fumare fa malissimo. Si conoscono bene i rischi che si corrono e si sa che c’è di mezzo la propria vita. I ragazzi conoscono abbastanza bene le conseguenze alle quali vanno incontro se fumano, bevono o si drogano. Allora perché si continua a giocare con la propria vita? Purtroppo durante l’adolescenza c’è qualcosa che diventa più importante della stessa vita: il desiderio di essere accettati dagli altri, di piacere al gruppo. Si comincia a bere, fumare e fare uso di droghe perché si è sempre alla ricerca dell’approvazione degli altri, si vuole essere al centro dell’attenzione dei coetanei, si pone interesse sul fare nuove amicizie. La maggior parte dei giovani inizia a bere durante le uscite con gli amici per ‘sballarsi’, per sentirsi libero da ogni convenzione, fare sciocchezze senza avvertire senso di colpa; ma questo non significa che i giovani abbiano smesso di fumare gli spinelli anzi, l’uso di queste droghe è ancora diffusissimo. Purtroppo molti di questi giovani fumatori pensano che, data la giovane età, il fumo non possa arrecare danno al loro organismo, ma si sa bene che questa è una falsa verità perché cominciando a fumare in tenera età si corrono rischi maggiori. La situazione può aggravarsi quando essi passano ad assumere droghe. SI DEFINISCE droga una qualsiasi sostanza che, introdotta in un organismo vivente, può modificarne le capacità percettive, emotive, cognitive e motorie. Le droghe che sono state legalizzate in Italia sono: alcol, tabacco e caffeina. Quando si assumono anche piccole quantità di droga non si è mai esenti dal pericolo, quindi sono molto importanti le scelte e il controllo. Se una persona fa la scelta di bere una caraffa di birra deve essere a conoscenza delle conseguenze e deve controllarsi i giorni successivi perché un piacere può diventare un abuso e poi addirittura una dipendenza. L’etanolo, il principio attivo dell’alcol, è considerato una sostanza sedativa, deprimente, tossica e irritante per l’organismo. Le birre analcoliche arrivano fino a 1.2°, quindi contengono ugualmente un po’ di alcol. Attraverso il sangue l’alcol raggiunge tutti gli organi, compreso il cervello, andando a influenzare il sistema nervoso centrale. L’alcol viene in parte assorbito dallo stomaco ed in parte dall’intestino e, se lo stomaco è vuoto, l’assorbimento è più rapido. L’alcol assimilato, attraverso il sangue, passa al fegato, che ha il compito di distruggerlo. Quantità eccessive di alcol possono portare fino al coma e alla morte. L’effetto e il potere psicoattivo variano da persona a persona: età, sesso (la donna ha meno enzimi), peso corporeo, particolari condizioni di salute, essere a digiuno (l’effetto è più potente), assunzione di farmaci (l’alcol interagisce con essi), fattori genetici e ambientali. Quella che viene chiamata semplicemente ‘sbronza’ è invece un’intossicazione acuta dovuta al fatto di bere tanto in poco tempo. Tra gli effetti e i comportamenti a rischio si possono evidenziare difficoltà nel parlare e coordinare le frasi, effetto ‘sdoppiamento’ e riduzione della visione laterale, compromissione dell’equilibrio nonché delle abilità motorie e sensoriali che mettono a serio rischio la persona. Non saranno l’alcol o il fumo a renderci più forti, ma la scelta giusta a renderci persone mature. Pensiamo che la nostra vita sia più importante di qualsiasi bevuta, pasticca o sigaretta. classe 2ªC

per leggere la pagina clicca qui