Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Il nostro primo concerto a scuola

NELL’ISTITUTO Lucatelli si è svolto uno degli eventi più importanti per la nostra scuola: la premiazione delle eccellenze. Ogni anno, in questa occasione, sono premiati gli alunni che nel corso dell’anno scolastico precedente hanno ottenuto il massimo dei voti agli esami di terza media o hanno conseguito l’attestato della certificazione linguistica Ket-Cambridge. L’atmosfera della serata è stata resa più incantevole e suggestiva dalle esibizioni dell’orchestra d’istituto, diretta dal professor Maurizio Gibellieri, e del coro dell’istituto, guidato dal professor Fabiano Pippa. In particolare, per noi alunni di prima media questa serata ha significato il debutto nell’orchestra di istituto ed eravamo davvero tutti molto emozionati. L’appuntamento si è svolto nell’auditorium della scuola alla presenza di Mara Amico, la nostra dirigente, del sindaco di Tolentino, Giuseppe Pezzanesi, di alcuni esponenti della giunta, degli insegnanti, di moltissimi alunni e genitori. La dirigente ha consegnato l’attestato ai ragazzi, ai quali poi è stata scattata anche una fotografia di gruppo, che sarà inserita nell’albo d’oro della scuola. L’atmosfera natalizia, l’eccitazione per le premiazioni e le dolcissime melodie dell’orchestra e coro hanno reso i momenti magnifici. POCO prima che iniziasse la serata, in attesa che tutti gli ospiti prendessero posto, noi orchestrali abbiamo eseguito le ultime prove, mentre il professor Gibellieri ci dava dei consigli per una buona esibizione, ma soprattutto ci incoraggiava a stare tranquilli e a vivere quel momento con entusiasmo e soddisfazione. Noi suoniamo il flauto in un’orchestra composta da svariati strumenti, come il violino, la chitarra, la tastiera. Fanno parte dell’orchestra gli alunni del nostro istituto che frequentano la scuola secondaria di primo grado, o la scuola superiore, che hanno superato un provino durante il quale hanno dimostrato di sapere leggere la musica, di possedere conoscenze di base sull’uso dello strumento musicale, ma soprattutto di sapere portare avanti un percorso divertente, anche se impegnativo, con la serietà e diligenza. OGNI settimana ci sono le prove di gruppo e poi, durante il corso dell’anno, in occasione di eventi importanti, sono previste le esibizioni sia nei locali del nostro istituto che all’aperto in piazze o luoghi della nostra città. L’idea di formare un’orchestra di istituto è nata nel 2007, quando alcuni alunni di terza media espressero il desiderio di continuare a fare musica, mettere a frutto le conoscenze e le competenze acquisite nel triennio, anche dopo avere terminato la scuola secondaria di primo grado. Quel desiderio prese forma e l’anno successivo l’Istituto Lucatelli ha costituito una orchestra nell’ambito del progetto «Scuola aperta», a cui partecipano alunni della nostra scuola, a partire dalla seconda media, ed anche ex alunni che frequentano gli istituti superiori, ma che vogliono continuare a farne parte. All’inizio l’orchestra era formata da diciotto alunni, oggi siamo circa cinquanta. Il repertorio ogni anno è diverso e affronta vari temi e generi: in passato il gruppo si è esibito suonando brani tratti dai musical più famosi oppure generi pop e rock o ancora jazz. Quest’anno, in cui si festeggiano i dieci anni della nostra orchestra, stiamo imparando a suonare l’inno del nostro istituto, composto dal professore Gibellieri, che poi incideremo su un cd. NEL 2010 la nostra orchestra ha partecipato al sesto festival delle giovani orchestre all’auditorium parco della musica di Roma. Nel 2011 ha partecipato al concerto finale del progetto nazionale «Musica 2020», a cui l’Istituto Lucatelli ha aderito come una delle cento scuole scelte in Italia. Nel 2015 l’orchestra ha partecipato e vinto il concorso «Award Premio Abbado», indetto dal Miur e dal comitato per l’apprendimento della musica pratica, diretto dal professor Luigi Belinguer. Durante la serata delle eccellenze, l’orchestra ha suonato Children’s play song, poi Smile e Spartacus, accompagnati dalle voci del coro. I brani erano semplici e ci eravamo esercitati molto, ma ci sentivamo ugualmente preoccupati. Per fortuna è filato tutto liscio. Avevamo il terrore di non ricordare le note, ma quando il professore ci ha dato il via e abbiamo cominciato a suonare, per magia l’agitazione è scomparsa e la melodia dei nostri strumenti ha riempito l’auditorium di un’atmosfera di festa e gioia. Infine l’orchestra ha suonato Jingle bells e Deck the hall. Non dimenticheremo mai la bellissima emozione che abbiamo provato suonando davanti a quegli spettatori. Gabriele Farinelli e Alessandro Feliziani I D

Per leggere la pagina clicca qui