Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

«Gli attori? No, il mio idolo è mamma»

IO AMMIRO moltissime persone, come ad esempio i cantanti, gli attori e i personaggi dello sport, ma, a pensarci bene, io tutte queste persone non le conosco neanche, e non mi pare né giusto, né coerente giudicare qualcuno dal suo ultimo singolo o dal fatto che reciti un ruolo in una delle serie televisive americane più in voga del momento. Non fraintendetemi, perché non mi dispiacerebbe affatto incontrare personaggi famosi come il cantautore canadese Shawn Mendez o Ian Someralder (foto), attore statunitense noto per aver interpretato Boone Carlyle nella serie televisiva ‘Lost’ e Damon Salvatore nella serie ‘The Vampire Diaries’. Tuttavia ho deciso di parlare del mio più grande idolo: mia mamma. Eh già, mia mamma: una personcina alta sul metro e sessantadue, con un piccolo cespuglio di capelli biondi sulla testa e una pelle dalla carnagione abbronzata. Ma perché ho deciso di parlare proprio di mia mamma? Semplice, perché, come tutte le mamme, riesce ad andare al lavoro, fare la spesa, tornare a casa, fare il bucato, venirmi a prendere a scuola, portare il gatto dal veterinario, andare in palestra, tornare da un turno di notte e dover pulire la casa da cima a fondo, e infine la sera, quand’è stanchissima, mettersi alla ricerca della mia maglietta nera, che devo assolutamente mettere il giorno successivo. DURANTE il suo tempo libero, uno dei suoi passatempi preferiti è quello di cucinare e seguire le sue tradizioni gastronomiche leccesi, preparando della pasta fatta in casa (una delle sue specialità sono le orecchiette con le cime di rapa) e molto altro. Pur essendo così impegnata, mia mamma è una persona molto solare e allegra, che ti trasmette il buon umore, divertente, con cui parlare ore e ore senza stancarsi mai; ma è anche decisa e lotta per quello in cui crede e forse a volte è anche un po’ testarda. Ci sarebbero altri mille modi per descrivere mia mamma, altri mille aggettivi, altre mille parole, ma probabilmente non basterebbero per riuscire ad esprimere tutta la sua allegria, positività e il suo carattere così complicato, tra mille pensieri, idee, emozioni e sentimenti, come un labirinto dentro al quale è possibile perdersi, ma alla fine trovare sempre l’uscita. Marta Montanari IIID

per leggere la pagina clicca qui