Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Alunni in cattedra per un giorno

GLI STUDENTI salgono in cattedra a San Giovanni in Marignano. Sabato 17 febbraio si è tenuto il progetto Docente per un giorno. Ben 34 corsi, tra laboratori e lezioni, si sono tenuti durante le ultime tre ore di lezione dell’istituto comprensivo. E gli studenti, oltre ottanta, si sono trasformati in doventi. Tutte le classi della scuola media di San Giovanni sono state coinvolte nel progetto. Il primo corso da raccontare è quello di ginnastica artistica: dopo averci diviso in gruppi le ‘prof’ ci hanno fatto eseguire diversi esercizi ginnici. Che dire poi della lezione ‘Sin Gian’? La ‘professoressa’ ha raccontato a una platea attenta e curiosa, la storia della strega buona, la maga Artemisia, vissuta, secondo le credenze popolari, nel nostro paese. PER TANTI il corso più bello è stato «Fare il formaggio» tenuto da Simone Sanchi di III D. Vedere un ragazzo così appassionato in ciò che sta facendo, ci ha davvero coinvolti. Tutti abbiamo imparato i passaggi fondamentali per fare un buon formaggio, partendo da una pentola di latte. Il corso è stato decisamente interessante e istruttivo. L’unica ‘pecca’ è che all’ultima ora... ci ha stimolato una fame pazzesca! Due i corsi di lingua: quello in spagnolo, tenuto da Sara Natali, di I A. Sara, di origine spagnola, ha introdotto i ragazzi a questa lingua neolatina attraverso la spiegazione dei numeri, del verbo essere e di alcune espressioni comunicative. L’altro corso è stato invece in francese, è in cattedra c’era Saliou, ragazzo senegalese di I C, che ci ha insegnato alcune frasi e i numeri fino al dieci. Divertente e utile anche il corso «Come diventare Cristiano Ronaldo» tenuto nel grande giardino della scuola, perché ha dato la possibilità ai ragazzi partecipanti di fare nuove amicizie. QUESTE sono solo alcune delle attività che si sono svolte in occasione di questa sensazionale giornata in cui i protagonisti eravamo noi studenti. I ragazzi hanno trovato queste lezioni curiose e divertenti, diverse dalle normali attività scolastiche, perché tenute da studenti come noi. E’ piaciuto il metodo con cui i ‘professori-ragazzi’ hanno spiegato le lezioni e tutti sono rimasti colpiti dalla loro preparazione e dalla loro professionalità, in particolare quella degli alunni delle classi prime. Ottimi insegnanti. Sicuramente un’esperienza da ripetere. Classe III A

Per leggere la pagina clicca qui