Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Acqua per la vita: lezione con il Lions club

IL 20 GENNAIO scorso, alla scuola media ‘Ghezzi’ di Comunanza, la classe terza ha incontrato una rappresentanza del ‘Lions Club Amandola Sibillini’. Presenti anche il sindaco Alvaro Cesaroni e la vicepreside dell’Isc Valentina Gismondi, per una lezione su un tema di attuale importanza: la distribuzione dell’acqua nel mondo. Ad aprire l’incontro è stato il presidente Luigi Passaretti, con la tipica ‘cerimonia della campanella’ che contraddistingue l’inizio delle riunioni dell’associazione. Dopo aver presentato i componenti del club, sono stati fatti ascoltare gli inni europeo, indiano ed italiano. A seguire, l’ingegnere Franco Sami ha introdotto la tematica e le finalità della onlus ‘Acqua per la vita’. Il relatore ha quindi approfondito il discorso sulla potabilizzazione, depurazione, ricerca delle acque e costruzione di pozzi nei paesi più poveri dell’Africa, facendo riferimento al ‘Libro bianco sulla risorsa idrica’ di Muscari. Gli argomenti trattati sono stati molto interessanti ed hanno anche riguardato il nostro territorio, ad esempio quando l’acqua corrente non era disponibile nelle abitazioni e le donne ed i bambini dovevano percorrere anche lunghe distanze per poterla prelevare dalle fonti, con delle conche in rame portate sulla testa. Proprio il vicino paese di Force è, da secoli, noto per la lavorazione artigianale di questi recipienti in metallo battuto, divenuti simbolo di varie regioni del centro Italia. Il sindaco di Comunanza ha voluto, quindi, richiamare l’attenzione su un aspetto: l’acqua del territorio dei Sibillini è di ottima qualità, per cui quella corrente risulta sicuramente migliore di quella imbottigliata che determina anche problematiche di inquinamento, legate ad esempio al trasporto o alla produzione dei contenitori in plastica. La distribuzione dell’acqua nel mondo non è omogenea, soltanto il 2,5 per cento della stessa è potabile e concentrata nell’emisfero boreale. Negli ultimi anni il fenomeno siccità ha riguardato tutto il pianeta, particolarmente nel 2017. Questo bene prezioso non va sprecato, anche perché ci sono persone che ogni giorno muoiono a causa della sua mancanza. Secondo alcuni dati, diffusi di recente da studiosi, nel 2025 non ce ne sarà più abbastanza per soddisfare il fabbisogno umano. Da questo incontro è emerso il vero significato di un utilizzo consapevole delle risorse naturali’, quindi che senza acqua non c’è vita.

Per leggere la pagina clicca qui