Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

La maschera da clown delle fake news

VERO O FALSO? Le notizie false preoccupano la comunità internazionale. Nei telegiornali e sulle riviste si parla tanto di ‘fake news’ o meglio di notizie false, un problema che per anni è stato sottovalutato e forse appositamente ignorato. Che cosa sono allora? Perché adesso preoccupano tanto? In fondo sono solo notizie. Partiamo dall’inizio: il termine ‘fake news’ indica articoli giornalistici o notizie che contengono informazioni ingannevoli, distorte e inventate totalmente o solo parzialmente. Questi espedienti sono spesso utilizzati per manipolare l’opinione pubblica in modo subdolo e questo è molto grave perché va contro al concetto stesso di democrazia. Le notizie sono generalmente rese pubbliche attraverso i social network o su particolari siti web con l’intento di diffondere dati sensibili, molto spesso riguardanti persone famose, con la finalità di distruggere la loro carriera. Il passaggio di informazioni da persona a persona, per il desiderio di mettersi in mostra divulgando nuovi scoop, fa il resto. Il confine tra l’essere informati e il combinare pasticci diffondendo anteprime false e tendenziose è però molto sottile. ALCUNI ANEDDOTI riguardo a questo argomento sono davvero terrificanti e pericolosi in quanto hanno seminato il panico tra le persone. Ricordiamo infatti la storia dei pagliacci assassini che richiamavano una leggenda metropolitana di origine americana. La storia di questi criminali travestiti da clown ha invaso tutta la nostra provincia terrorizzando adulti e bambini fino a diventare una vera e propria ossessione; per un certo periodo, alcuni non uscivano addirittura più di casa per paura di essere assassinati. Ma questo è solo uno tra gli innumerevoli esempi di notizie irreali diffuse nella nostra zona e, per di più, nell’arco di pochi giorni. A questo punto è ovvio chiedersi come possiamo identificare questi falsi. In molti si pongono questa domanda, così noi, abbiamo provato a stendere alcune considerazioni. Innanzitutto, fin da piccoli occorrerebbe sviluppare un pensiero critico: è necessario interrogarsi davanti a tutto e porsi sempre delle domande utili a capire a fondo qualsiasi fatto accada attorno a noi. Non ci si può fidare dei discorsi delle persone senza prima essersi documentati sull’accaduto. I suggerimenti potrebbero essere innumerevoli ma tutti riassumibili in poche parole: non allentare mai l’attenzione e tenere sempre acceso il cervello.

per leggere la pagina clicca qui