Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

I cronisti di Grignano nella storia. La shoah negli occhi dei bambini

LA SHOAH RACCONTATA DAI REPORTER DI GRIGNANO Più di un milione e mezzo di bambini e di ragazzi sono stati uccisi nei campi di sterminio. Molti altri sono stati costretti a fuggire ed a separarsi dai loro genitori, a vivere nascosti. Un sacchetto di biglie. Joseph Joffo era un bambino di 10 anni quando fu costretto a lasciare Parigi e a fuggire attraverso la Francia occupata. Proprio giocare con le biglie era il passatempo preferito del piccolo Joffo, quando ancora viveva al sicuro, prima di essere costretto a crescere troppo in fretta, scoprendo quanto possano essere crudeli gli esseri umani. Il dovere della memoria. Un giorno un caporale delle SS prese tra le braccia un bambino dei più piccoli, aveva forse 5 anni. Il caporale cominciò a palleggiare il bambino buttandolo in alto per gioco e ad un tratto lo lanciò con forza sui fili spinati del muro di cinta, percorsi da corrente ad alta tensione. Il piccolo vi rimase impigliato con il vestituccio a zebra ciondolante al vento, che sembrava l’ala di un uccello fulminato. I cronisti della classe 1ª E della ‘Sante Zennaro di Grignano

per leggere la pagina clicca qui