Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Martina ed i suoi sogni da reporter

leggere la pagina clicca qui

SCUOLA e mondo del lavoro. Ecco il primo ‘pezzo’ dei cronisti di Giacciano con baruchella. I reporter della III C, seguiti da Letizia Balduin, hanno messo sulla carta le loro riflessioni ed i sogni sul loro futuro. Andiamo a leggere. Dalla scuola all’azienda per andare verso il proprio futuro Se penso al mio futuro non ho ancora idea di quello che potrò fare o chi potrò diventare; vedo il vuoto e mi spaventa. Penso alla mia vita per il prossimo anno e alle scuole superiori e vorrei fare la scelta giusta. In questi mesi, con la scuola abbiamo fatto un percorso di orientamento e due esperienze particolari: una visita in azienda e una visita presso una scuola superiore. Alla fine di novembre abbiamo visitato l’azienda Rpm e l’azienda Elettrotest di Badia. La prima produce motori elettrici e la seconda inverter, vatmetri e generatori di tensione. Era la prima volta che noi ragazzi entravamo realmente nel mondo del lavoro. Inizialmente il direttore ci ha accolti in sala riunioni e ci ha raccontato la storia della Rpm, che cosa producono e ci ha parlato delle loro aziende in Italia e in Europa. Poi siamo andati a vedere la produzione ed abbiamo osservato tutti i passaggi fino al prodotto finito. Dal magazzino al laboratorio; ci siamo avvicinati ai lavoratori, uomini e donne, ed abbiamo osservato i processi di produzione. E’ stato impressionante vedere come lavorano le persone, capire come funzionano i turni di lavoro, scoprire che l’azienda è talmente grande che ci si può spostare in bicicletta. Alcune zone sono silenziose, altre rumorose, la maggior parte del lavoro si svolge in piedi, ci sono delle pause ben stabilite e tutti svolgono i loro compiti molto seriamente. All’Elettrotest l’atmosfera è diversa. L’ambiente è molto luminoso, silenzioso e ordinato. Negli uffici ognuno svolge il suo lavoro davanti al pc o a strumenti di precisione, in produzione tutti indossano un camice bianco e sono molto concentrati su quello che fanno. E’ stata un’esperienza importante e ho capito che quello non è il lavoro adatto a me. A dicembre invece abbiamo visitato la scuola superiore Balzan. Siamo stati divisi in gruppi, a seconda dei nostri interessi ed abbiamo potuto partecipare ad alcune lezioni insieme ad altri studenti. Io ho seguito una lezione di matematica, una lezione di chimica e una lezione d’ informatica. La scuola è molto grande rispetto alla nostra, con tanti ragazzi che sembravano maturi e responsabili. Mi è dispiaciuto un po’ ritornare alla mia scuola. Entrambe queste esperienze sono state molto significative e sicuramente mi hanno chiarito un po’ le idee per capire cosa mi piacerebbe o non mi piacerebbe fare nel mio futuro prossimo. Martina Reporter della classe III C