Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Da Dovizioso e Simoncelli al piccolo Casamenti, 11 anni: «La Romagna è terra della moto»

LA ROMAGNA è la patria delle due ruote. Nelle piazze, nei bar e in parrocchia non si parla di calcio ma di moto, di corse e di sorpassi. «I genitori romagnoli sono i più ‘suonati’ di tutta Italia, quindi prima di mettere i propri figli su un campo di calcio li portano in pista sulle minimoto. C’è una grande passione per i motori in Romagna, è una terra di circuiti, dove ci sono più piste rispetto ad altre regioni e per questo c’è un grosso bacino di pilotini a cui attingere. Ci sono poi grandi aziende motociclistiche che hanno sede nel nostro territorio». Così ci ha detto Paolo Simoncelli, il padre dell’indimenticabile pilota di moto Gp, morto a 24 anni sul circuito di Sepang in Malesia. Marco, campione del mondo della classe 250 nel 2008, oltre alla sua indiscussa bravura sulla due ruote è ricordato per la simpatia, la spontaneità e le doti umane. Nel 2014 è stato inserito nella Hall of Fame del motociclismo, ricevendo il riconoscimento postumo di MotoGp Legend. In sua memoria è stata creata la Fondazione Marco Simoncelli. UN ALTRO VALIDO pilota di sangue romagnolo, nato a Forlimpopoli, è il vice campione del mondo di MotoGp Andrea Dovizioso. «La mia passione per la moto è nata grazie a mio papà Antonio che ha saputo trasmettermi il suo amore per il motocross. Ho iniziato con le minicross e le minimoto, poi all’età di dieci anni ho dovuto scegliere tra le due. In quel momento è iniziata la mia carriera nella velocità» Queste le parole di Dovizioso che abbiamo incontrato al Ride for life 2017. Il pilota è stato il campione del mondo della classe 125 dopo aver vinto cinque Gran Premi (Sudafrica, Francia, Gran Bretagna, Giappone e Australia) e ottenendo cinque secondi posti e un terzo podio. Di Ravenna è Marco Melandri campione del mondo nella classe 250 nel 2002. Ha cominciato a gareggiare con le minimoto all’età di otto anni conseguendo il titolo di campione italiano nel 1992 e nel 1994. Passato alle 125, ne è diventato campione italiano nel 1997, rivelandosi il più giovane a riuscire in questa impresa. Attualmente corre con la Ducati nel mondiale di Superbike. Loris Reggiani, che ha scoperto il pilota ravennate, è di Forlì. Ha corso nella classe 125 con la Minarelli, nella 250 con la Yamaha e nella 500 con la Suzuki dove ha ottenuto un podio al GP di Germania nel 1982. L’ultimo suo successo è quello in Repubblica Ceca nel 1993. Attualmente fa il commentatore tecnico e l’opinionista delle gare di motomondiale per Sky. NICOLÒ JAROD BULEGA classe 1999, è figlio d’arte in quanto anche il padre Davide è stato pilota negli anni ‘90 conquistando anche titoli italiani ed europei. Vive sulle colline di Rimini, precisamente a San Clemente. «A tre anni correvo con i kart, poi a quattro sono passato alle minimoto con cui ho disputato anche sette gare. Dal 2013 ho iniziato ad allenarmi nel ranch di Valentino Rossi a Tavullia e l’anno dopo sono entrato a far parte dell’Accademy. Le moto hanno sempre fatto parte della mia vita. Sono cresciuto nel paddock». Così ci ha riferito il giovane pilota. «Vale è come un fratello maggiore – racconta – . È sempre stato il mio idolo. A scuola avevo lo zaino del Dottore. Ho sempre tifato per lui. Adesso correre nel suo ranch è come un sogno irraggiungibile che si è realizzato». Nelle vene di Rossi non scorre sangue romagnolo, ma lo consideriamo comunque un nostro caro vicino di casa. Valentino è un punto di riferimento per tutti i ragazzi che vivono il sogno della due ruote. UNO DI QUESTI è il nostro coetaneo Andrea Natali, classe 2005: riminese, è già diventato campione d’Europa nella categoria Minimoto junior fascia B nel 2017. Anche la nostra scuola vanta la presenza di un giovane campione: Sebastiano Casamenti, 11 anni. «Ho iniziato a fare cross a tre anni. La passione me l’ha trasmessa mio babbo. Mi alleno a Porcentico e a Faenza dove a volte mi ‘sfido’ con il Dovi e con suo papà Antonio. Corro per il Team Belga Racing Asd». Seba ha vinto il Campionato Regionale Motocross Junior 2016 e si è classificato terzo nel 2017. classe 2ªB

per leggere la pagina clicca qui