Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Cronaca felice di una settimana bianca

LO SCORSO inverno gli alunni della scuola secondaria di I grado di Monte Porzio hanno partecipato alla settimana  bianca  organizzata  a Sappada dall’Istituto comprensivo “E. Fermi” di Mondolfo. Tra loro c’erano anche alcuni studenti della classe II F (Marika Corinaldesi, Caio Scattolini, Anastasia Renzi, Michele Lanari, Giuseppe Speranzini, Valentino Liu e Alessia Menchetti) che, in questa intervista, hanno raccontato la loro personale esperienza. Come è stato il viaggio? «Un po’ lungo (6 ore circa) ma, visto che c’erano gli amici, alla fine è scorso piacevolmente: abbiamo dormito, chiacchierato e ascoltato la musica. È stato bello poi, una volta arrivati in Veneto, vedere il paesaggio innevato». Che avete fatto appena arrivati? «Siamo andati in albergo e siamo rimasti lì fino al mattino seguente, eravamo molto stanchi». Era la prima volta che andavate in montagna d’inverno? «Per alcuni di noi era la prima volta; quindi è stata anche la prima esperienza sulle piste da sci». Vi spaventava l’idea di sciare per la prima volta? «Assolutamente no; anzi è stato molto divertente imparare insieme ai nostri amici». Cosa avete fatto i giorni dopo? «Ci svegliavamo alle 6,40 e facevamo colazione insieme. Poi sulle piste per la lezione coi maestri. Sciavamo fino alle 16,30, tornavamo in hotel e chi voleva andava in piscina o restava in camera a chiacchierare. Cenavamo verso le 19,30, dopo tornavamo in camera o andavamo allo spettacolo di animazione dell’albergo. Verso le 22,30  a dormire. L’ultimo giorno abbiamo fatto un giro in paese, tra bar e negozi per i souvenir. Una sera siamo stati sulle piste a vedere uno spettacolo di sci». Vi sono piaciute le montagne innevate? «Il panorama era davvero mozzafiato, sicuramente diverso dai paesaggi che vediamo ogni giorno; Marika, addirittura, definisce la montagna “il mio posto felice”». Qual è stata la cosa più emozionante di questo viaggio? «La cosa più bella, emozionante, divertente ma anche più stancante è stato sciare. Grazie allo sci abbiamo fatto amicizia (e figuracce) con tante persone». Eravate contenti di tornare a casa o eravate dispiaciuti? «Eravamo combattuti: contenti di tornare e rivedere famiglie e amici ma anche molto dispiaciuti di “mollare” tutto e tutti. È stata un’esperienza fantastica!». Ci vorreste ritornare? «Partiremmo anche subito, per rivivere tutte le emozioni vissute lì. Raccontateci un episodio particolarmente divertente. Troppi sono gli episodi divertenti che così a parole non fanno ridere, ma viverli è stato meraviglioso. Per esempio quando sulle piste ci capitava, ogni tanto, di cadere uno sull’altra (senza farci male) e cominciavamo a ridere a crepapelle».

Per leggere la pagina clicca qui