Campionato di Giornalismo il Resto del Carlino

Serata 900, così Casola finì in uno scatto

ALLA FINE del secolo scorso, nel dicembre 1999, all’interno del calendario di eventi ‘Casola Natale di Stelle’, nacque Serata 900. Di che cosa si trattava? Alcuni componenti del circolo fotografico casolano si riunirono per raccontare ai concittadini un po’ di vita del paese presentando una raccolta di fotografie e filmati, il tutto legato a tematiche del territorio. L’idea e la serata ebbero successo, così negli anni successivi si decise di riproporla presentando nuove raccolte di foto selezionate per raccontare svariati temi. Serata 900 ha raccontato le attività artigianali e la nascita delle industrie presenti, le tradizioni e le occasioni di incontri per le ‘mangiate’, le scuole con alunni e maestri del paese, le associazioni e i gruppi giovanili che nel tempo si sono formati attorno alla musica, alla radio e a una piccola televisione, matrimoni e personaggi che hanno dato risalto al paese, i celebri carri allegorici e tanto altro. È una serata educativa perché fa ricordare e conoscere con tono leggero e divertente il modo di vivere dei genitori e dei nonni nel nostro paese. Inoltre rinforza i legami di un’intera comunità che collabora nella raccolta dei materiali per ritrovarsi la sera della proiezione e rivedere un passato non troppo lontano, ma che si rischia di dimenticare nel frenetico presente. Negli anni i materiali raccolti sono aumentati e la serata si è andata via via arricchendo. Sono state aggiunte interviste a persone che hanno vissuto i vari periodi e racconti dal vivo, scritti dopo aver raccolto notizie dai veri protagonisti o da chi ne ha avuta memoria. NEL 2016 Casola ha festeggiato gli 800 anni di fondazione e Serata 900 si è trasformata per l’occasione proprio in Serata 800, facendo ripercorrere i momenti salienti di vita del paese e le varie celebrazioni che durante l’anno sono state organizzate per una data così importante. DAL 2003 in poi le serate hanno visto la partecipazione dello scrittore Cristiano Cavina, che da allora chiude la serata con un racconto inedito. Nell’edizione di quest’anno l’argomento lo riguardava da vicino, in quanto si è raccontata la vita di quel pezzo di paese costituito dalle case Unrra e dalle case popolari nelle quali è nato e vive tuttora e che hanno fatto da scenario a più di uno dei suoi libri. In più quest’anno, al termine della serata, i partecipanti sono stati invitati in via Neri perché proprio lì, fra le case popolari e le case Unrra, i residenti hanno preparato e offerto polenta, dolci e brulè per rendere la serata ancora più sentita e partecipata. Tutto questo fa sì che ogni anno la sala in cui svolge Serata 900 sia strapiena e si esca sempre con il proposito e il desiderio di voler essere presenti anche l’anno successivo. Appuntamento quindi a dicembre 2018. Classe II A

Per leggere la pagina clicca qui